Opinioni

Il poliziotto che inneggia al Duce e augurò la morte a Carola Rackete

Repubblica Napoli racconta oggi la storia di una denuncia dell’associazione Acad onlus – Associazione contro gli abusi in divisa – nei confronti di un poliziotto che ha partecipato all’arresto di tre attivisti a piazza Bellini e che ha (o meglio: aveva) un profilo facebook… particolare:

Nei due casi vengono riportati i testi, il nome del poliziotto è oscurato. Scrive l’agente a proposito di Carola Rackete, comandante della Sea Watch di una ong tedesca arrestata (arresto poi annullato dalla Cassazione) perché accusata di forzare il blocco della finanza per portare in salvo i migranti a Lampedusa quando il ministro degli Interni era Salvini: «Per me non andrebbe neanche indagata. Semplicemente legata con una pietra al piede e calata a mare. In Italia chi porta immigrati “munnezza” questa è la fine che devono fare, compresi tutti i componenti delle navi-barconi». E a proposito della vita quotidiana: «Dateci la possibilità di ammanettare chiunque gira in strada senza giustificato motivo». La spiegazione dei post? Forse è nella foto in primo piano con la parola “Dux”. Messaggi che provocano le critiche dei centri sociali e dell’esponente di Dema.

poliziotto fascista napoli

poliziotto fascista napoli 1

Si sparge la voce e il poliziotto, a stretto giro, cancella tutto dal profilo proprio mentre viene chiamato dai vertici della questura. In arrivo la procedura disciplinare. In serata parla il questore Alessandro Giuliano: «Continuo a ritenere che in piazza Bellini gli operatori delle Volanti abbiano agito correttamente. Alcuni post divulgati sono invece inaccettabili e contrari ai nostri valori, e su questo versante non saranno fatti sconti a nessuno».

Leggi anche: L’indagine su due simpatizzanti di CasaPound per l’aggressione ad Arturo Scotto a Venezia

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente