Opinioni

Il metodo Boffo su chi segnala i retweet omofobi di Beppe Grillo

Ieri chi gestisce l’account twitter di Beppe Grillo ha avuto la splendida idea di ritwittare un messaggio di risposta chiaramente omofobo e offensivo nei confronti di Nichi Vendola, nel pieno della polemica sulla pensione a fine mese di quest’ultimo all’età di 57 anni di circa cinquemila euro lordi, per gli incarichi ricoperti in Regione per dieci anni (a questi  si sommano i 198mila euro (sempre lordi) di indennità di fine mandato; sia il vitalizio che l’indennità erano stati aboliti dallo stesso Vendola nel 2012).
beppe grillo retweet vendola omofobia 1
beppe grillo tweet
Il retweet dopo qualche minuto è stato giustamente cancellato, e la storia poteva finire qui, anche perché la furbissima utente @comehellas (Nadia Fusini) aveva nel frattempo anche cancellato tutti i suoi tweet fino al 18 settembre. E invece è accaduto qualcosa di surreale. Perché da quando il retweet è stato cancellato una serie di account ha cominciato ad accusare chi l’aveva segnalato (l’account twitter di @Nonleggerlo) di aver inventato tutto con l’intenzione di screditare il povero Grillo. Il primo ad accusare è l’account @mastro_tuitta:
beppe grillo tweet 1
E subito dopo a lui si accodano una serie di espertoni come Ghita Iacono e Gino Calcinotto, che lo accusano anche di corruzione: «Certificata da chi? Ma ti pagano parte della ? Non sai come funziona?».
beppe grillo tweet 2
beppe grillo tweet 3
Al giochino di infamare il messaggero per far perdere l’attenzione sul messaggio partecipa anche l’onorevole del MoVimento 5 Stelle Giulia Di Vita:
beppe grillo tweet 4
E c’è anche chi riesce a inventarsi gli ordini dell’editore:

E quando gli si fa notare la scorrettezza, se la prende con la malafede altrui (!):


E la storia continua, con punte di Metodo Boffo:
metodo boffo
Mentre c’è chi riesce ad inventarsi persino le finte scuse dell’autore:
beppe grillo tweet 5
Nonleggerlo dice oggi che ha intenzione di rivolgersi agli avvocati. Anche se, a ben guardare, per certa gente sarebbe più adatto un medico.