Opinioni

Il conduttore che uccide in diretta un coniglietto con una pompa

neXt quotidiano|

undefined

Il conduttore radiofonico Asger Juhl, in diretta su Radio24syv, ha ucciso in diretta un coniglietto con una pompa di bicicletta. La radio ha spiegato il gesto con l’intenzione di denunciare l’ipocrisia dei danesi sulla questione del benessere animale, ma nel frattempo è stata travolta dalle polemiche e una petizione è stata già lanciata per far licenziare il conduttore.

Foto da Twitter
Foto da Twitter

La radio si è difesa su Facebook e Twitter dove prima aveva anche pubblicato un video del conduttore con il coniglio prima dell’esecuzione.

I dag dræber vi kaninen Allan på Radio24syv Morgen!Han er sund og rask, 9 uger gammel og skal senere på middagsbordet hos Asger Juhl og Kristoffer Eriksen. Indtil da diskuterer vi hykleri ved dyrevelfærd.For er det mere synd at slå en kanin ihjel end en gris?

Posted by Radio24syv on Domenica 24 maggio 2015

“Migliaia di animali – ha continuato – muoiono ogni giorno perché le persone possano mangiarli”. Il conduttore Asger Juhl ha ucciso il coniglietto Allan con ripetuti colpi alla testa. “Noi compriamo e uccidiamo animali che hanno avuto una terribile vita. E gli animali che vengono uccisi nelle stesse condizioni controllate del coniglio in studio”, si legge in un comunicato della radio. Durante la trasmissione era presente anche Linse Kessler, una star dei reality show e attivista per i diritti degli animali, che ha tentato di salvare l’animale prendendolo e inseguendo Juhl attorno allo studio, prima che le fosse chiesto di andarsene. La donna ha detto in un videoclip pubblicato su Facebook che i membri del programma “volevano vedere se sarebbero stati in grado di uccidere il coniglietto alla fine o se si sarebbero affezionati”. Juhl ha commentato il suo comportamento su TV2. “Ho colpito forte sul collo (il coniglietto), in modo da rompergli la vertebra cervicale”, ha detto. “Mi è stato spiegato – ha continuato – da un addetto dello zoo di Aalborg, che uccide così diversi coniglietti ogni settimana per dar da mangiare ai serpenti”.


Il conduttore ha anche raccontato di aver tenuto il coniglietto a casa sua, dove ha giocato coi suoi bambini di età sei e otto anni. Allan è poi finito nel piatto per la cena di Juhl e dell’altro ospite del programma mattutino Kristoffer Eriksen. Sui social media la reazione è stata negativa e gli utenti hanno definito Juhl un “malato” o un “sadico”. L’emittente ha risposto ricordando che “la Danimarca è uno dei paesi al mondo in cui si consuma più carne e i consumatori non esitano a comprare carne a basso costo in negozi senza fare domande”. Da canto suo il giornalista Brian Esbensen, in un tweet, si è chiesto: “E se la gente s’indignasse allo stesso modo per i rifugiati annegati?”