Attualità

Guido Bertolaso positivo al Coronavirus

guido bertolaso positivo coronavirus

Guido Bertolaso è positivo al Coronavirus SARS-COV-2 e a COVID-19. Lo annuncia lui stesso in un post su Facebook in cui assicura che continuerà comunque a lavorare con la Regione Lombardia, da cui è stato chiamato per la costruzione dell’ospedale da campo alla Fiera di Milano e nelle Marche, dove ha accettato un altro incarico dal governatore Ceriscioli:

Sono positivo al Covid-19. Quando ho accettato questo incarico sapevo quali fossero i rischi a cui andavo incontro, ma non potevo non rispondere alla chiamata per il mio Paese. Ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori più stretti siamo in isolamento e rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia.

guido bertolaso positivo coronavirus

Dopo l’annuncio della sua positività sono arrivati immediatamente gli auguri di Matteo Salvini che ha appreso la notizia in diretta negli studi di 7Gold: “Anche lui era in giro come un matto a verificare ospedali, strutture, perché sta coordinando – e io sono sicuro che lo farà anche da casa, via telefono – la costruzione del nuovo ospedale in Fiera Milano. E’ chiaro che, se per mestiere sei più esposto al rischio, ha girato tutta Italia e mezza Lombardia, è chiaro che ti metti a rischio. Lo ringrazio perché non si è risparmiato e sicuramente lavorerà da casa”.

previsioni guido bertolaso coronavirus

Subito dopo l’annuncio del suo incarico in Regione era tornato improvvisamente in circolazione questo tweet che risale al 26 febbraio scorso, ovvero 17 giorni fa: “Presto tutto tornerà sotto controllo, il virus perderà la sua forza in poche settimane, arriverà il caldo e la situazione si normalizzerà, ma i danni saranno stati gravi sulla nostra credibilità a forza d’animo”. Da quel giorno ad oggi ci sono 11.685 positivi nella sola Lombardia, con un incremento di 1865, ci sono 4898 persone ospedalizzate con 463 persone in più. Le persone in terapia intensiva sono 732, con un incremento di 85 e i decessi 966, 76 in più. Insomma, due settimane e mezzo, delle “poche” necessarie secondo Bertolaso, sono passate ma la situazione non sembra in via di miglioramento, anzi. In realtà però questo ragionamento, direbbe Bertolaso, è futile perché ci sono un breve, un medio e un lungo periodo e bisogna soltanto mettersi d’accordo sulla durata di ciascuno affinché queste “profezie” si autoavverino: se “poche” settimane sono appunto appena una cinquantina, ad esempio, siamo davvero ancora all’interno della previsione di Bertolaso. Certo, un economista non certo del calibro di Bertolaso, ovvero John Maynard Keynes, parlando del lungo periodo che porta in equilibrio le forze del mercato amava ripetere che nel lungo periodo saremo tutti morti. Ma questo è un dettaglio.

Leggi anche: Qual è il vero numero dei contagiati da Coronavirus in Lombardia?