Opinioni

Quando Gregorio De Falco sfotteva Di Battista e Di Maio

gregorio de falco di battista

Gregorio De Falco è salito a bordo della nave a 5 Stelle comandata da Luigi Di Maio con un endorsement (che sono vietati ma non per tutti) del candidato premier, il quale ha reso nota la sua “disponibilità a candidarsi nel collegio plurinominale di Livorno”. E l’alta concezione che De Falco aveva dei 5 Stelle è testimoniata da uno status del 2 agosto 2017 in cui sfotteva Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio dopo una gaffe del primo in parlamento. Intervenendo in aula sulla nuova missione italiana in Libia, il deputato M5s aveva fatto riferimento all’altra missione che anni fa portò alla deposizione di Gheddafi e nel farlo ha citato “il premio Nobel Hollande”. Come è noto l’ex presidente francese non solo non era in carica all’epoca, ma non è nemmeno mai stato insignito della prestigiosa onorificenza.

E Gregorio De Falco su Facebook faceva notare l’incongruenza:

Ringrazio con trasporto l’idolo Di Battista che oggi, citando “il premio Nobel Hollande”, ci ha di nuovo deliziati.
Ora tocca di nuovo a Dimma che è sempre in vantaggio di un’incollatura, ma il confronto è davvero entusiasmante.

gregorio de falco di battista
Sarà contento Gregorio De Falco: adesso queste delizie potrà vederle da vicino.

Leggi sull’argomento: Gregorio De Falco sale a bordo della nave a 5 Stelle