Attualità

Il legame tra Giuseppucci e Gioacchini e l’omicidio alla Magliana

giuseppucci gioacchini

C’è un piccolo, flebile contatto che lega Augusto Giuseppucci, fratello di Franchino er Negro, er Fornaretto de Trastevere considerato dalla pubblicistica nostrana il fondatore della Banda della Magliana, e Andrea Gioacchini, morto in un agguato davanti all’asilo Mais e Girasoli in via Castiglion Fibocchi.

Il legame tra Giuseppucci e Gioacchini e l’omicidio alla Magliana

Ieri si è scoperto che Giuseppucci è indagato per omicidio volontario e ha deciso di sottoporsi alla prova dello Stub per fugare ogni sospetto sulla possibilità che sia stato lui a sparare tre colpi a Gioacchini. Giuseppucci è stato fermato a Trastevere a poche ore dalla sparatoria e per ora è l’unico indagato per l’omicidio del pregiudicato 34enne. È stato individuato da una volante nel Rione di “famiglia” perché non solo nella fisionomia ma anche per quel giubbetto nero che indossava rispondeva alla descrizione fornita dai pochi testimoni che hanno assistito all’esecuzione di fronte all’asilo nido di via Castiglion Fibocchi.

andrea gioacchini 1
Andrea Gioacchini: foto da Il Messaggero (12 gennaio 2019)

Gli inquirenti pensano che se c’è un legame tra Gioacchini e Giuseppucci e i due si conoscevano, dev’essere nato nell’ambito dello spaccio di droga. Un collegamento “territoriale” c’è già: nel 2005 Augusto Giuseppucci, difeso dagliavvocati Cesare Placanica e Giovanni Ferrari, con una piccola “batteria” finì al centro di una vasta operazione dei carabinieri che scoperchiò a Roma un giro di droga con partite che provenivano anche dalla Spagna e dalla Colombia. Stupefacenti che una volta arrivati nella Capitale venivano messi sul mercato e venduti sulle«piazze» del Trullo, Testaccio e Magliana. Le stesse zone controllate dalla Banda quarant’anni prima. Cosa c’entra con Gioacchini? La sua carriera criminale inizia con la droga alla Magliana. Tanto che tra le prime condanne,ce n’è una del 2003 relativa allo spaccio di stupefacenti. Poi passò al racket e alle estorsioni, ma se all’epoca è nato il legame, all’epoca deve essere nato anche il “problema” che potrebbe aver portato all’esecuzione di Gioacchini in via Castiglion Fibocchi.

Edit: l’esame dello stub ha escluso che Augusto Giuseppucci abbia sparato. Come spiega il Messaggero «non avrebbe sparato nelle ore precedenti all’omicidio. E risulterebbe anche più robusto del killer.

Leggi sull’argomento: Valentina Nappi “stuprata” da Salvini