Politica

Giorgia Meloni che " esce pazza " per i soldi buttati nel DL Sostegni è la stessa che voleva dare mille euro a tutti?

neXt quotidiano|

giorgia meloni esce pazza decreto sostegni video non è la d'urso

Ieri Giorgia Meloni, ospite di Barbara D’Urso, ha spiegato con un’espressione colorita che “esce pazza” per i miliardi sprecati nel Decreto Sostegni. La leader di Fratelli d’Italia ha infatti criticato il provvedimento che proroga i navigator, come potete vedere nel video qui sotto a partire dal minuto 11 circa:

Giorgia Meloni che ” esce pazza ” per i soldi buttati nel DL Sostegni è la stessa che voleva dare mille euro a tutti?

Ha spiegato Meloni a “Live non è la D’Urso” su Canale5, parlando del decreto sostegni: “I soldi non ci sono, lo sappiamo, e non basterebbero mai. Ma poi ti arrabbi quando vengono spesi in cose che non hanno alcun senso. Quando io vedo che nello stesso decreto proroghiamo i navigator, beh, io esco pazza. In questa fase i soldi non siamo nella condizione di buttarli”. La leader di Fratelli d’Italia, ricorda di aver proposto al governo di abolire il cashback usando i 5 miliardi stanziati per le imprese: “Capisco le difficoltà, ma le cose sono fatte anche abbastanza male”, attacca, per poi spiegare che, bontà sua, non ha niente contro Draghi: “Io non ho niente contro Draghi, penso anzi che sia uno degli italiani più autorevoli a livello internazionale. Spero possa fare del suo meglio, Fdi finora ha mostrato un atteggiamento estremamente propositivo, per ogni critica mossa offre una possibile soluzione. Non mi piace il governo”. Ora,È. Mille euro sul conto in banca di chiunque. Eravamo in piena prima ondata e secondo Meloni bisognava fare presto, anche a rischio di dare bonus a chi non ne aveva diritto:

Le famiglie che hanno perso la propria fonte di reddito non possono aspettare i tempi della burocrazia per ricevere un aiuto dallo Stato. Bisogna dare subito 1000 euro con un semplice click a chiunque ne faccia richiesta (meglio online) direttamente alla propria banca. Si stabilisce in modo semplice chi ne ha diritto come sostegno, chi come prestito, chi non ne ha diritto, ma le verifiche si fanno dopo, finita l’emergenza. Intanto zero burocrazia e zero perdite di tempo. 1000 euro a chi dichiara di averne bisogno. SUBITO!

Ovviamente non è andata così. Del resto Giorgia all’opposizione può fare e dire quello che vuole. Chissà però se mai dovesse andare al governo come cambierebbero le cose.