Politica

Il prof negazionista escluso dalla maturità

5 stelle maturità

Un docente del liceo artistico di Palermo “Eustachio Catalano”, Gino Giannetti, insegnante di discipline plastiche, è al centro di un’indagine della Digos e della procura di Palermo con l’accusa di negazionismo ed è stato escluso dalla maturità. Racconta oggi Repubblica:

Dopo la segnalazione degli studenti è stato il preside Maurizio Cusumano a presentare una denuncia alla polizia e a segnalare il caso all’Ufficio scolastico regionale, che ha già avviato un procedimento disciplinare nei confronti del docente. Il primo effetto è già arrivato: Giannetti è stato escluso dalle commissioni per la maturità. Nei mesi scorsi, il professore avrebbe inviato a una studentessa del quinto anno dei link molto particolari, con foto e video negazionisti della Shoah. Una conversazione sulla chat Messenger di Facebook. La studentessa ha segnalato il caso a un insegnante.

esame di maturità come sarà il nuovo tema

E così la vicenda è arrivata al preside, che ha acquisito tutto il materiale diffuso in Rete. Il negazionismo in Italia è reato dal 2016, da quando il legislatore ha aggiunto il comma “3 bis” alla legge Mancino, che nel 1975 ratificò la convenzione internazionale sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale. Sono previste pene da due a sei anni di reclusione « se la propaganda ovvero l’istigazione e l’incitamento, commessi in modo che derivi concreto pericolo di diffusione, si fondano in tutto o in parte sulla negazione della Shoah o dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra».

Leggi anche: Mario Lombardino: il pizzaiolo degli insulti a Carola Rackete si scusa