Politica

La foto dei militanti di Fratelli d’Italia che fanno il saluto romano

Alcuni dirigenti locali di Fratelli d’Italia a Napoli hanno posato in una foto dopo le celebrazioni per l’anniversario del Movimento sociale italiano facendo il saluto romano

saluto romano fratelli d'italia

Non dovrebbe essere difficile questa volta per Giorgia Meloni riconoscere la matrice del gesto fatto a Napoli da dirigenti nazionali, candidati alle ultime elezioni e militanti di Fratelli d’Italia: tutti in posa, sorridenti, e col braccio teso per fare il saluto fascista. A piazzetta Augusteo, a pochi passi da via Toledo, una trentina di persone – come riportato dall’edizione locale di Repubblica – si lasciano andare all’odioso gesto nostalgico: tra loro il componente della Direzione nazionale di Fdi e candidato alle ultime elezioni comunali, Luigi Rispoli e il giovane Alfredo Catapano, anche lui in corsa per il Consiglio comunale con il partito di Giorgia Meloni. Nella fotografia spunta pure Pietro Diodato, ex consigliere regionale, protagonista di uno scontro fisico con il consigliere Marco Nonno (anche lui di Fratelli d’Italia, ndr) ed espulso dal partito per essersi poi candidato nella civica di Catello Maresca a poche ore dalla consegna delle liste per le comunali.

Dirigenti e candidati di Fratelli d’Italia posano a Napoli facendo il saluto romano

Il vergognoso gesto è avvenuto a margine dell’evento per la celebrazione del 40esimo anniversario del Movimento sociale italiano, il partito di ispirazione neofascista fondato dopo la Seconda Guerra Mondiale che nel simbolo porta la fiamma tricolore presente anche nel logo di Fratelli d’Italia. Dopo un brindisi ai tavoli di un bar, il memorabile scatto sui gradini Conte Di Mola, accanto alla stazione della funicolare. “Nel dna di Fratelli d’Italia non ci sono nostalgie fasciste, razziste e antisemite. Non c’è posto per nulla di tutto questo”, aveva dichiarato Meloni in un’intervista al Corriere della Sera difendendosi – dopo essere stata invitata più volte a dissociarsi – dalle accuse che le erano piovute addosso dopo l’inchiesta di Fanpage “Lobby Nera”. Aveva assicurato che tutti i personaggi nostalgici del fascismo erano stati allontanati da Fratelli d’Italia e che le accuse fossero soltanto attacchi strumentali della sinistra. Chissà se lo ripeterà in faccia a tutti i presenti nello scatto.

 

(foto da: Repubblica Napoli)