Trend

“Non batta le mani sul banco”. “E dai…”: il surreale scambio a distanza tra Fico e Di Maio durante il discorso di Draghi | VIDEO

Il Presidente della Camera aveva appena ripreso il deputato Sensi in aula

fico di maio video vabbè dai

Oggi durante le comunicazioni di Mario Draghi alla Camera dei Deputati c’è stato un curioso scambio, piuttosto rugginoso tra gli ormai ex colleghi di partito Roberto Fico e Luigi Di Maio. Per un motivo abbastanza insignificante.

“Non batta le mani sul banco”. “E dai…”: il surreale scambio a distanza tra Fico e Di Maio durante il discorso di Draghi | VIDEO

Cosa è successo? Draghi aveva appena finito di dire “Questo è il punto e lo solleverò ancora nel prossimo Consiglio europeo”. La frase è stata accolta con l’esplosione di un applauso. Che il presidente della Camera Fico ha ritenuto di dover interrompere per fare un richiamo al  deputato Filippo Sensi: «Non batta le mani sul banco». Una reprimenda probabilmente superflua o esagerata per Di Maio che ha reagito borbottando una critica: «Vabbè, dai». Poche ore prima dell’addio di Di Maio al Movimento 5 Stelle uno degli attacchi più forti gli era arrivato proprio da Fico: “Siamo arrabbiati e delusi. Non riesco a comprendere che il ministro degli esteri Di Maio attacchi su delle posizioni rispetto alla Nato e all’Europa che nel Movimento non ci sono e non se ne dibatteva prima”. Non è stato l’unico momento di tensione oggi alla Camera che ha visto protagonista oggi Di Maio. Sara Cunial si è rivolta contro di lui sventolando un cartello che lo chiamava assassino e ha rivendicato di averglielo “urlato in faccia”.