Opinioni

+Europa si dissocia dal suo candidato Davide Tutino (ahahah)

Con una nota il segretario di Radicali Roma e capolista a Roma della lista «+Europa con Emma Bonino» Alessandro Capriccioli si dissocia da quanto affermato da Davide Tutino, che oggi in un’intervista al Tempo ha detto un buon numero di sciocchezze sui vaccini. “La nostra posizione sulla necessità delle vaccinazioni è chiara, e ci vede ampiamente e fermamente favorevoli. Pertanto le opinioni espresse da Davide Tutino, candidato nella nostra lista alle regionali del Lazio, sono da considerarsi strettamente personali, e non rapprentano né il mio pensiero né la posizione della lista”, dichiara in una nota Capriccioli. “La scelta di candidare Tutino – prosegue Capriccioli – non ha nulla a che vedere con le istanze ‘no-vax’, delle quali peraltro nel nostro programma non c’è traccia, ma si deve a ragioni diverse, a partire dalla sua lunga militanza radicale e dalla sua egregia esperienza come consigliere municipale durante la consiliatura Marino. Al netto della legittimità delle opinioni di ciascuno, che per cultura politica siamo abituati a rispettare anche al nostro interno, quanto espresso da Tutino sui vaccini non rappresenta dunque né ragioni né gli obiettivi della nostra lista”.

davide tutino no vax vaccini 2

La nota di Capriccioli peggiora ampiamente la situazione rispetto alla già imbarazzante intervista di Tutino al Tempo. Il segretario romano dei Radicali non sembra infatti rendersi conto che le opinioni di ciascuno, per carità, sono libere, ma parlare di violazioni costituzionali dietro la legge sui vaccini quando la Corte Costituzionale ha sentenziato tutt’altro è un po’ una tragedia e un po’ una farsa. La pagina Facebook di Davide Tutino come candidato nel Lazio è un inno unico alle posizioni “free vax” mentre i radicali confermano di avere una posizione favorevole alle vaccinazioni obbligatorie. A questo punto viene il dubbio che non sappiano nemmeno chi candidano.

Leggi sull’argomento: Davide Tutino: le sciocchezze sui vaccini del candidato di Zingaretti e Bonino