Opinioni

E così Elena Fattori tagliò il nome di Roberta Lombardi dall’incontro M5S

Nel MoVimento 5 Stelle, come sapete, vige, oltre che la massima democrazia, anche l’amore indiscusso tra i suoi partecipanti. Ad esempio Roberta Lombardi, che nel giro di 48 ore si è rimangiata buona parte di quello che aveva affermato su vaccini e obbligo, nei suoi interventi non ha detto nemmeno una parola sulla mail che ha inviato a Luigi Di Maio per pretendere l’esclusione della senatrice Elena Fattori, rea di ingiustificato vaccinismo, dalla sua campagna elettorale. «Le posizioni politiche della sig.ra Fattori in tema di salute e vaccini sono individualistiche e fuori dalla linea politica nazionale. Non intendo pertanto correre il rischio che vengano minimamente confuse con le linee politiche della sottoscritta», ha detto infatti la Lombardi nella mail a Di Maio salvo accorgersi il giorno dopo che era lei ad essere fuori linea.

elena fattori roberta lombardi

Ma se Lombardi non ha smentito nulla sulla sua ostilità a Fattori, un motivo c’è. Ovvero che è tutto vero. E infatti avevamo fatto notare che sulla pagina Facebook della senatrice Elena Fattori campeggiava l’annuncio di un incontro elettorale da svolgersi giovedì 8 febbraio alla sala consiliare di Ciampino in cui avrebbero dovuto essere presenti, oltre a lei, la consigliera regionale uscente Valentina Corrado, il ricercatore candidato con il M5S Marco Bella e la candidata presidente della Regione Lazio Roberta Lombardi.. Ebbene, nel frattempo la Fattori ha pubblicato un’altra locandina sull’incontro di Ciampino, stavolta purgandola del nome – ed evidentemente anche della presenza – della candidata presidente alla Regione Lazio Roberta Lombardi.

elena fattori roberta lombardi

Ah, dalla locandina dell’incontro è scomparso anche il timbro RL (Roberta Lombardi – Regione Lazio) che certificava l’incontro come ufficiale. D’altra parte nel M5S vige sicuramente il massimo accordo su ogni tema e sono tutti compatti come un sol uomo/donna.

Leggi: M5S e vaccini: Roberta Lombardi non vuole tra i piedi la senatrice pro-vax

Alessandro D'Amato

Il direttore di neXt Quotidiano