Politica

Il discorso di Sara Cunial alla Camera è il “best of” del complottismo mondiale

Letto con l’espressività di una che non sa bene cosa sta dicendo, il discorso di Cunial è importante perché in un solo colpo è una specie di “Best of” di tutti i complottismi che si sentono in giro e perché, nota ancora più importante, il palcoscenico da cui ci tocca sentirlo è quello più importante per eccellenza: il Parlamento

In questo imperdibile video della sua dichiarazione di voto sul decreto Emergenza COVID-19 possiamo ascoltare tutto il campionario di complottismo e fesserie che l’onorevole Sara Cunial, oggi al gruppo misto ma portata in Parlamento a percepire uno stipendio pubblico da quelle sagome del MoVimento 5 Stelle, è capace di sciorinare in un solo discorsetto di sette minuti.

Il discorso di Sara Cunial alla Camera è il “best of” del complottismo mondiale

Letto con l’espressività di una che non sa bene cosa sta dicendo, il discorso di Cunial è importante perché in un solo colpo è una specie di “Best of” di tutti i complottismi che si sentono in giro e perché, nota ancora più importante, il palcoscenico da cui ci tocca sentirlo è quello più importante per eccellenza: il Parlamento.

Abbiamo capito che non si muore di certo per il #virus ed allora si potrà soffrire e morire a norma di legge per la miseria e la povertà. 1.6 miliardi di persone sono a rischio per Onu. E come nei migliori regimi, la colpa sarà scaricata solo su noi cittadini! Ci togliete la libertà e dite che ce la siamo cercata, al grido del dividi et impera. A rimetterci soprattutto i nostri figli: anime violentate in accordo con il Garante dei diritti e Cismai varie. Sarà allora concesso il diritto alla scuola solo con braccialetto per abituarli alla libertà vigilata e distanziamento sociale in cambio di un monopattino e tablet.

sara cunial misto

Il tutto per assecondare gli appetiti di un capitalismo finanziario il cui motore è il conflitto di interessi ben rappresentato da #Oms, il cui primo finanziatore è il filantropo e salvatore del mondo Bill Gates. Egli già nel 2018 profetizzava una pandemia, poi simulata lo scorso ottobre nel Event 201 in accordo con gli amici di Davos, ed ormai da decenni si prodiga nello sviluppo di piani di depopolamento e controllo dittatoriale sulla politica globale, puntando ad ottenere il primato su agricoltura, tecnologia, energia. “Se facciamo un buon lavoro con i nuovi vaccini, la sanità e la salute riproduttiva, possiamo diminuire la popolazione mondiale del 10-15%” e “solo un genocidio può salvare il mondo” sono state le sue parole.

Grazie ai suoi vaccini è riuscito a sterilizzazione milioni di donne in Africa, ha provocato un’epidemia di poliomielite che ha paralizzato 500 mila bambini in India, ed ancora oggi con il DTP causa più morti della stessa malattia così come con i suoi #OGM sterilizzanti, progettati da #Monsanto e donati così generosamente alle popolazioni bisognose. Il tutto mentre sta già pensando di distribuire il tatoo quantico per il riconoscimento vaccinale e i #vaccini a mRna, come strumenti di programmazione del sistema immunitario.

Naturalmente la frase su Bill Gates è una bufala, come hanno già spiegato in molti:

Bill Gates non ha mai fatto mistero di considerare la crescita della popolazione mondiale incompatibile con il miglioramento delle condizioni sanitarie, in particolare nei Paesi più poveri del mondo. Ma la soluzione non è mai stata quella di una sterilizzazione forzata, bensì quella di ridurre al minimo il tasso di mortalità infantile.

«È del tutto controintuitivo» ha raccontato Gates nel 2012 al magazine economico Forbes, spiegando come dopo molte ricerche abbia compreso che sotto una certa soglia di mortalità (10 decessi ogni mille persone), la crescita della popolazione tenda a stabilizzarsi. Secondo Gates, questo accade perché in alcune parti del mondo, dove la mortalità infantile è più elevata, i genitori decidono di procreare frequentemente non per avere famiglie numerose ma per far sì che almeno una percentuale dei propri figli sopravviva.

È la teoria comunemente conosciuta come The child survival hypothesis, molto in voga negli anni Settanta e oggi ampiamente dibattuta nella comunità scientifica internazionale. Secondo questa teoria, una mortalità infantile ridotta contribuirebbe ad aumentare le motivazioni a mettere in atto una pianificazione familiare e conseguentemente a far calare il tasso di crescita della popolazione.

Al di là della reale efficacia delle proposte, è importante sottolineare come Bill Gates associ sì la vaccinazione ad una decrescita delle stime riguardanti la popolazione mondiale, ma non per le motivazioni tracciate nel titolo del video. Nell’ottica della Bill and Melinda Gates Foundation, i vaccini non servono «a sterilizzare la popolazione» ma ad abbassare il tasso di mortalità infantile.

Ma il punto è che Cunial, nei “fino-a-cinque anni” di celebrità che le consentirà la sua elezione, continuerà a fornire spettacoli come questi. A carico nostro.

EDIT ORE 15,11: Dopo la pubblicazione dell’articolo è scoppiata una polemica perché Sara Cunial durante il discorso ha detto questo su Sergio Mattarella: “Allora, mentre voi stracciate il codice di Norimberga con TSO, multe, deportazioni, riconoscimento facciale e intimidazioni, avallati dallo scientismo dogmatico protetto dal nostro Pluripresidente della Repubblica che è la vera epidemia culturale di questo paese”.

sara cunial mattarella

Secondo alcuni deputati la frase di Cunial costituirebbe vilipendio al presidente della Repubblica. Di sicuro non è la peggiore sciocchezza che ha detto.

Leggi anche: Il gestaccio del leghista Belotti alla Camera