Opinioni

La diffida di Grillo al gruppo 878

La lettera di diffida al meetup del gruppo 878 inviata dall’avvocato di Beppe Grillo agli organizer Tinazzi (Ernesto Leone) e Alberto Magarelli è questa:

meetup 878 diffida
La lettera di diffida di Grillo al gruppo 878

Ieri abbiamo parlato della diffida ricevuta dal gruppo 878. Oggi il meetup, che registrava 612 partecipanti, è sceso a 609. Nel frattempo Magarelli, uno dei due organizer, si è sfogato su Facebook:

Cera una volta un movimento di rete, aggregazione di persone che hanno sprecato anni della propria vita a combattere TUTTI I PARTITI e coloro che approfittavano delle poche regole elastiche per creare il proprio dominio elettorale … Adesso non c’è più, chi non ha un ruolo politico ed è fuori dai giochi delle correnti di partito è stato diffidato di fare riferimenti ad un passato glorioso ormai in lento declino, soppiantato da nuovi politici e agganci massonici che hanno tutto il diritto di parlare per il movimento e non come noi che al limite possiamo ancora parlare come UNO DEL MOVIMENTO buon divertimento

Fuor di metafora massonica, Grillo ha deciso di far togliere il simbolo e il nome di Beppe Grillo dal logo del gruppo 878, per evitare che la sua presenza desse l’impressione che il gruppo fosse riconosciuto o in qualche modo considerato vicino al blog. Intanto si scopre anche il nome della senatrice che ha creato il logo: si tratta della carrarese Sara Paglini, tra le fondatrici del gruppo.

Leggi sull’argomento: Beppe Grillo diffida il meetup del gruppo 878