Politica

Di Maio, il presunto saluto con strafalcione ai dipendenti del MISE

di maio saluto strafalcione dipendenti mise

Luigi Di Maio ha salutato i dipendenti del ministero dello Sviluppo Economico con una lettera condita da un errore di grammatica? Della vicenda parla oggi il Messaggero, sottolineando però che dalle parti dell’attuale ministro degli Esteri si è smentito tutto:

Di Maio saluta i dipendenti del Mise con una lettera scritta in un italiano un po’ zoppicante: «Abbiamo portato a casa provvedimenti e riforme di cui ne sono orgoglioso». Per i suoi è un fake, ma al ministero confermano.

di maio saluto strafalcione dipendenti mise

Intanto ieri  sul nuovo ministro degli Esteri sono arrivate curiose critiche dalla Cina. La Xinhua, agenzia stampa collegata al governo cinese, ha scritto un pezzo di“news-analysis” sul nuovo governo italiano. E arrivata a Di Maio ha scritto: «Luigi Di Maio, capo del Movimento 5 Stelle, è stata una scelta insolita come ministro degli Affari Esteri. Il 33enne Di Maio, che è stato vice primo ministro nel precedente governo Conte, non si è mai laureato, ha competenze linguistiche molto limitate e ha mostrato scarso interesse per le questioni globali nella sua vita pubblica». Il commento è stato poi rimesso da Twitter. E il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Geng Shuang, ha ribadito la volontà di collaborare per lo sviluppo delle relazioni con l’Italia. Sui social in molti hanno ricordato lagaffe di Di Maio quando chiamò «Ping» il leader cinese Jinping durante una sua visita a Shangai.

Leggi anche: Clamoroso! Dal Tg2 scompare Salvini per 13 minuti