Politica

Di Maio e la soluzione a sorpresa per Autostrade

di maio autostrade

In un’intervista rilasciata oggi a Repubblica Luigi Di Maio parla di una “soluzione possibile” per Autostrade, ovvero per evitare la revoca della concessione già minacciata a più riprese nei giorni scorsi e che, secondo i tecnici del ministero delle Infrastrutture, si può effettuare senza pagare penali. Si tratta di un vero colpo di scena perché Di Maio chiede ad Autostrade di “pagare”, ma non si capisce bene cosa, e di “giustizia verso le vittime”:

La revoca ad Autostrade è scontata o c’è una via d’uscita?
«Ci stiamo muovendo nel solco della legge e dei contratti in essere. Non mi diverto a revocare la concessione. Ma se per anni hai fatto profitto alle nostre spalle, se dovevi occuparti della manutenzione e non l’hai fatto e se poi succede una tragedia come è accaduto a Genova, il governo non può restare in silenzio. Sono morte 43 persone, si rende conto? Poteva esserci suo figlio su quel ponte mentre andava in vacanza. I tecnici delle Infrastrutture nella loro relazione hanno evidenziato i presupposti per procedere alla risoluzione unilaterale, la revoca a questo punto è doverosa.

Io vorrei solo dire due cose: non mi piace l’atteggiamento irriverente di Autostrade, non mi piace quando qualcuno ricatta lo Stato. È lo stesso atteggiamento di certi burocrati europei. Siamo pronti a individuare una soluzione, a patto che Autostrade paghi e si faccia giustizia verso le vittime. Chi investe in Italia deve sapere che è il benvenuto, che supportiamo il business, ma nel massimo rispetto degli interessi nazionali».

costo autostrade europa 1
Il costo delle autostrade in Europa (Corriere della Sera, 28 agosto 2018)

Intanto su Autostrade si è aperto un nuovo fronte con la Lega. Lei ha accusato direttamente Salvini di fare il gioco dei Benetton e non è andato in consiglio dei ministri.
«Avevo avvertito della mia assenza. E non c’è alcun problema con Salvini. Ho detto semplicemente che mi dispiace il silenzio della Lega perché mi aspetto sostegno su questo tema».

Le affermazioni di Di Maio scatenano domande: Autostrade non ha mai rifiutato di pagare nulla, tanto che ha già stanziato e dato i soldi per la ricostruzione dalla quale è stata esclusa. Ha anche pagato i primi danni per i coinvolti nella tragedia del Ponte Morandi. Perché adesso Di Maio dice che deve pagare? Cosa? E come mai si annuncia questa soluzione diplomatica dopo aver minacciato la revoca per una settimana?

Leggi anche: Le fake news su Bibbiano: dal sindaco “orco” all’uso di “elettroshock” sui bimbi