Fatti

Di Maio ha già trovato il colpevole della recessione!

@neXt quotidiano|

di maio reddito di cittadinanza domande di lavoro - 2

“I dati Istat di oggi dimostrano un dato fondamentale e cioè che chi stava al governo prima ci ha mentito, non ci ha portato mai fuori dalla crisi”: Luigi Di Maio in conferenza stampa alla Camera oggi è riuscito a superare sé stesso nell’interpretazione dei dati economici che certificano la recessione tecnica per l’Italia e l’aumento di occupazione precaria nonostante il Decreto Dignità.

Di Maio ha già trovato il colpevole della recessione!

Allora seguite bene il ragionamento di Di Maio: secondo Giggino i dati della crescita sono una responsabilità dei governi precedenti e dimostrano le loro colpe. Ora, però, attenzione: e i dati dell’occupazione ai massimi dal tempo della crisi invece di chi sono merito? Risponde sempre Di Maio: “I dati sull’occupazione sono incoraggianti e anche se non devono spingerci a credere che abbiamo risolto il problema ci dicono che siamo ai minimi nella disoccupazione dai tempi pre-crisi”. Insomma, par di capire che gli siano piaciuti. Ma non saranno merito dei governi precedenti?

decreto dignità precari
Foto da: Francesco Seghezzi su Twitter

Ma ora, attenzione: per Di Maio “Le balle sul dl Dignità erano balle, non abbiamo perso posti di lavoro con il decreto”. In realtà i numeri di oggi certificano inoppugnabilmente che sta continuando a crescere il lavoro precario che secondo Di Maio con il decreto dignità sarebbe scomparso. Quello sta aumentando, lo dicono i numeri. Infine, il bisministro e vicepremier annuncia un vaticinio: “Io non credo che ci sia bisogno di correggere le stime” del PIL, e quindi di fare una manovra correttiva. Ce lo segniamo.

Leggi sull’argomento: Ma com’è che con il Decreto Dignità aumentano i precari?