Di Maio al ristorante e l’incontro mancato con i lavoratori della Beckaert

di neXtQuotidiano

Pubblicato il 2018-06-24

L’azienda ha annunciato la chiusura del sito di Figline Valdarno. Ieri Di Maio era in zona e i lavoratori avevano pensato a un incontro con il ministro. Ma…

article-post

La Beckaert ha annunciato un paio di giorni fa la chiusura del sito italiano di Figline e Incisa Valdarno, dove si producono rinforzi in acciaio per pneumatici, cessando così l’attività nella fabbrica, acquistata nel 2014 da Pirelli. Dopo la comunicazione della chiusura, che dovrebbe avvenire entro 75 giorni, i lavoratori hanno occupato lo stabilimento. Intanto sono già partite le lettere di licenziamento per i 318 dipendenti. Ma i lavoratori della Beckaert volevano anche incontrare il ministro dello Sviluppo Luigi Di Maio per parlare della vicenda.

Di Maio al ristorante e l’incontro mancato con i lavoratori della Beckaert

Il ministro però è arrivato in zona a Montevarchi ma soltanto per pranzare in un ristorante – che ieri ha pubblicato su Instagram le foto con i proprietari – e, spiega Valdarnopost, si trattava di una sosta imprevista, tanto che nemmeno le forze dell’ordine della zona erano state avvisate.

Il gruppo belga ha annunciato l’intenzione di “avviare un dialogo teso ad attenuare l’impatto sociale per i 318 dipendenti interessati”. Intanto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha fatto sapere che il ministero dello Sviluppo economico martedì prossimo convocherà i sindacati e i rappresentanti dell’azienda. La Fiom spiega che “l’età media dei lavoratori è sui 50 anni, troppo giovani per andare in pensione e troppo anziani per trovare nuove occupazioni. Per il territorio si rischia un impatto devastante, con l’indotto sono più di 400 le persone coinvolte”.

Leggi sull’argomento: Giovanni Tria: un “infiltrato” nel governo?

Potrebbe interessarti anche