Attualità

E adesso chi ce le gestisce le “risorse” Salviniane?

salvini protezione umanitaria irregolari - 1

Matteo Salvini oggi ce l’ha con Richard Gere e ci fa sapere che lui di «lezioncine dai miliardari che non vivono in Italia, generosi coi soldi e coi porti altrui» non ne prende. E chissà se l’ex ministro dell’Interno che a parole si è sempre battuto contro gli immigrati irregolari e l’invasione organizzata ci sa spiegare come mai, durante il suo mandato, il numero degli irregolari in Italia è aumentato. Ve lo diciamo noi: la ragione non è dell’aumento degli sbarchi di queste ultime settimane e non riguarda nemmeno la difficoltà nei rimpatri del governo precedente. Il motivo è il Decreto Sicurezza, quello voluto proprio da Salvini.

Sorpresa: con Matteo Salvini sono aumentati gli stranieri irregolari

La Lega ripete sempre che grazie al Decreto Sicurezza ha fermato l’invasione, chiuso i porti (ma solo alle Ong) e fermato il business delle cooperative che lucravano sui 35 euro al giorno a migrante (quando c’era Maroni ne prendevano 46). Ma il nostro eroico senatore da qualche tempo non parla più degli irregolari da espellere dal Paese. Un tempo per Salvini erano almeno 600mila, poi nel contratto di governo sono diventati 500mila (chissà dove sono finiti gli altri) e alla fine non si è più saputo nulla. Perché mentre Salvini agitava i divieti di sbarco contro le Ong quello che succedeva in Italia era che il numero degli irregolari continuava ad aumentare: grazie a lui.

salvini protezione umanitaria irregolari - 2
Credits: Matteo Villa via Twitter.com 

No, Salvini non ha fatto entrare migliaia di immigrati di nascosto. O meglio: ha evitato accuratamente di parlare dei migranti che arrivavano con barchini, gommoni e pescherecci per far credere agli italiani che il vero problema fossero le Ong. Ma gli altri irregolari li ha creati per decreto. Si tratta di persone che erano già in Italia e che avevano ad esempio diritto alla protezione umanitaria. Secondo Matteo Villa, ricercatore dell’ISPI, a settembre 2019 «il numero di stranieri irregolari in Italia sfiora i 640.000. Sono 87.000 in più da fine maggio 2018, cioè dall’entrata in carica del Governo Conte I». Sappiamo però che durante il mandato di Salvini sono sbarcati circa ottomila migranti, da dove arrivano tutti gli altri?

salvini protezione umanitaria irregolari - 3
Via Twitter.com

La risposta è semplice: il Decreto Sicurezza fortemente voluto da Salvini e dalla Lega ha abolito la protezione umanitaria, il permesso di soggiorno concesso per motivi umanitari che consentiva una temporanea regolarizzazione del cittadino straniero. Secondo Villa con il Decreto Salvini in Italia oggi ci sono almeno 24mila stranieri irregolari in più rispetto ad uno scenario in cui quella forma di protezione internazionale fosse stata mantenuta. L’effetto del Decreto Sicurezza non è stato quello di chiudere i porti (che sono rimasti aperti) ma quello di far aumentare gli irregolari. Con tutte le conseguenze del caso perché uno straniero irregolare non ha la possibilità di lavorare e quindi è più probabile che finisca per essere assoldato dalla criminalità organizzata o diventi vittima del caporalato. Il colmo se pensate che ad emanare il Decreto sono stati quelli che ci spiegano che l’invasione organizzata ha lo scopo di creare manodopera a buon mercato a discapito degli italiani. Perché cosa c’è di più a buon mercato del cittadino straniero senza diritti? Nulla. E così quegli irregolari diventano a tutti gli effetti risorse salviniane, ovvero risorse creare proprio da Salvini.

Leggi anche: Le bufale di Salvini su Ong e migranti a Quarta Repubblica