Attualità

Daniele Tizzanini: le minacce del «simpatizzante» M5S ai dissidenti liguri

daniele tizzanini

Il Fatto Quotidiano in un articolo a firma di Ferruccio Sansa racconta oggi delle nuove mirabolanti gesta di Daniele Tizzanini, “«simpatizzante» del MoVimento 5 Stelle e non un attivista”, come dice Alice Salvatore, che si è messo a minacciare gli eletti liguri che hanno lasciato il partito di Beppe Grillo. Tizzanini, alias Daniele Genoa Marassi, è una delle “guardie del corpo” che scortarono Beppe Grillo nella passerella in giro per Genova alluvionata ma è stato anche il protagonista di un’aggressione ai giornalisti del Secolo XIX e ha due condanne, una a dieci mesi per aggressioni ai tifosi del Verona, e l’altra per possesso e traffico di droga (300 grammi di cocaina), costata cinque anni di carcere all’ultrà genoano, uscito nel 2006 grazie all’indulto che Grillo contestava. Recentemente è animatore di un gruppo Facebook che lancia boicottaggi alle trasmissioni che parlano (male, secondo lui) del M5S.

Fabio Vistori, consigliere comunale M5S di La Spezia, ti fa sentire la registrazione delle minacce ricevute: da quando sostiene Pizzarotti sono all’ordine del giorno: “A te ti prendo,vai pure a denunciarmi dai carabinieri…pezzi di merda, tu e tuo figlio. Domani vengo a casa tua, ti vengo a prendere. Tu sei un infame e ce la ragioniamo noi. Chi finisce all’ospedale non fa più denunce”. […] Riecco Tizzanini nel 2016 fotografato a bordo di un’auto diretta a un incontro del Movimento in Basilicata. Insieme con Salvatore e De Ferrari. Fino alla faida M5S di queste settimane. E dalla bacheca di Tizzanini partono messaggi verso i dissidenti: “I topi infami come voi amici di Putti e Pizzarotti devono sparire. Infame di merda”, scrive a un collaboratore di Putti. Poi a Vistori: “Tua madre è una t…, me la inc…tutte le notti”. Altri messaggi in cui manda “affan culo ”Putti e compagnia ottengono commenti favorevoli su Facebook.

daniele tizzanini luigi di maio
Il Fatto riporta anche una replica di Alice Salvatore sul tema:

“Abbiamo viaggiato con Tizzanini una sola volta. Ai nostri incontri si è sempre comportato bene”. Ci sono immagini di voi insieme, dopo che era già noto alle cronache: “Condanno ogni intimidazione. È solo un simpatizzante, non un attivista”. La sua bacheca Facebook riporta decine di foto alle vostre manifestazioni, anche con Di Maio e Grillo: “Non li conosce, non c’entra niente con Grillo. Tizzanini è stato in carcere, ma bisogna riabilitare la gente”. Ma qui si parla di minacce… “Perché non parlate così anche delle teste calde degli altri partiti?”.

Leggi sull’argomento: Il boicottaggio dei grillini ad Acqua Lete (per «colpa» di Agorà)