Economia

Cosa c'è nel decreto Milleproroghe approvato dal governo Conte

@neXt quotidiano|

m5s ministri governo conte bis - 2

Il consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto Milleproroghe con la formula ‘salvo intese’. E’ quanto si apprende da fonti di governo. Sono diversi i nodi da sciogliere, dalle norme sulle concessioni autostradali a quelle per la Sicilia. Oggetto di confronto anche il corposo pacchetto sulla identità digitale.

Cosa c’è nel decreto Milleproroghe approvato dal governo Conte

Il provvedimento, sempre più omnibus (l’ultima bozza è di 38 articoli), ‘ripesca’ alcune delle misure stralciate dalla manovra: come quella che blocca i rincari di inizio anno al casello. Il termine per l’adeguamento delle tariffe autostradali per il 2020 è infatti differito fino alla definizione dell’aggiornamento dei piani economici finanziari predisposti in conformità alle delibere adottate dall’Autorità di regolazione dei trasporti. I concessionari devono presentare le proposte di aggiornamento dei piani economici-finanziari entro il 30 marzo 2020 e l’aggiornamento deve essere perfezionato entro e non oltre il 30 giugno 2020. Le altre norme: gli attuali vertici di Agcom e del Garante della Privacy resteranno in carica fino al 31 marzo 2020; stralciata la norma per garantire la continuità delle attività dell’Anac, dopo l’addio anticipato di Raffaele Cantone e in attesa della nomina di un nuovo presidente. La norma prevedeva lo slittamento al 31 marzo del termine per la nomina del nuovo presidente dell’Authority lasciando la guida al consigliere più anziano Francesco Merloni che da fine ottobre ha assunto funzioni di presidente. Salta anche la norma che modificava la governance di Sport e Salute Spa, l’ex Coni Servizi, portando a 5 i componenti del cda e separando la funzione di presidente da quella dell’amministratore delegato.

autostrade crolli 1
Autostrade, le inchieste (La Stampa, 8 dicembre 2019)

Lo stato di emergenza legato al crollo del Ponte Morandi di Genova potrà essere prorogato fino a tre anni. Prolungato da 12 a 24 mesi il periodo per il quale è possibile usufruire dell’indennità pari al trattamento massimo di integrazione salariale, in favore dei lavoratori privati colpiti dal crollo del ponte Morandi e dei dipendenti delle aziende che operano nella aree della città di Genova che hanno subito un impatto economico negativo e per i quali non trovano applicazione le norme in materia di ammortizzatori sociali. Vengono rinviate di altri sei mesi le norme sulla class action che sarebbero dovute entrare in vigore ad aprile 2020.

autostrade aumenti 2019
Autostrade, gli aumenti del 2019 (Il Messaggero, 14 giugno 2019)

E ancora: ad Anas potrà essere affidata la gestione provvisoria in caso di revoca, di decadenza o di risoluzione di concessioni di strade o di autostrade, in attesa dello svolgimento delle procedure di gara per l’affidamento a un nuovo concessionario. Anas potrà inoltre svolgere le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria e quelle di investimento finalizzate alla loro riqualificazione o adeguamento. Al concessionario, a meno che lo stop alla concessione sia per inadempimento, sono dovute le penali, il valore delle opere realizzate e i costi sostenuti per la revoca della concessione. Nel caso di inadempimento il risarcimento dei danni a cui questo sara’ tenuto sara’ decurtato dal valore delle opere realizzate che lo Stato dovrà rimborsare. Slitta dal 1 luglio 2020 al 1 gennaio 2022 la fine del mercato tutelato dell’energia (luce e gas). Prorogato per tutto il 2020 il bonus verde che prevede una detrazione Irpef del 36% sulle spese fino a 5mila euro sostenute negli interventi di sistemazione di giardini, terrazze e parti comuni di edifici condominiali.

Il decreto Milleproroghe approvato dal governo Conte

Gli incentivi per l’acquisto di motorini o scooter ibridi e elettrici per chi rottama le due ruote viene estesa al 2020. I motorini o scooter rottamati dovranno essere dalle classi Euro 0 a Euro 4 e il contributo riconosciuto sarà pari al 30% del prezzo di acquisto fino ad un massimo di 3mila euro. Ci sarà tempo fino al 30 giugno 2020 per presentare le domande di rimborso al Fondo di solidarietà per le vittime di reati intenzionali violenti estesi anche agli sfregi del viso come previsto dal Codice rosso. Proroga dei termini per la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione fino al 31 dicembre del 2021. Slitta al 30 giugno 2022 l’obbligo di rispettare le norme antincendio per gli alberghi nelle zone colpite da terremoti o eventi meteo eccezionali. La segnalazione certificata di inizio attività parziale (Scia) dovrà però essere presentata al comando dei Vigili del Fuoco entro il 31 dicembre 2020. Tra i territori interessati ci sono quelli colpiti dal terremoto del Centro Italia nel 2016 e nel 2017 e i Comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio dell’isola di Ischia. Slitta al 31 dicembre 2020 il termine per l’applicazione delle disposizioni in materia di rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno per gli stranieri. Le province e le città metropolitane potranno procedere ad assunzioni di personale a tempo indeterminato in coerenza con i piani triennali dei fabbisogni di personale e nel rispetto dell’equilibrio di bilancio.

Slitta al 30 giugno 2020 il termine a partire dal quale i pagamenti alle pubbliche amministrazioni possono essere effettuati dai prestatori di servizi di pagamento esclusivamente attraverso la piattaforma pagoPA. Entra la norma per accelerare il processo di risanamento dell’Inpgi. Viene anticipato al 30 giugno 2020 il termine per la trasmissione delle verifiche tecniche ai Ministeri vigilanti con sospensione dell’eventuale commissariamento. Arriva la piattaforma digitale, primo passo del domicilio digitale, su cui ricevere, con valore legale, atti, avvisi e provvedimenti amministrativi della pubblica amministrazione come le multe. Potranno accedervi cittadini, enti, associazioni, residenti in Italia o anche all’estero se in possesso di codice fiscale. Coloro che indicheranno il proprio recapito digitale potranno ricevere via web l’avviso di cortesia dell’inoltro dei documenti informatici a loro destinati. Si prevede l’assunzione straordinaria di un contingente massimo di 2.319 unità delle Forze di polizia. E’ previsto lo stanziamento di 10 milioni di euro per il 2020, 53 per il 2021 e un milione per il 2022 per la presidenza italiana del G20. La regia dell’identità digitale (Spid) passa dall’Agid a PagoPa, la società pubblica dei pagamenti digitali, con il coordinamento del ministero dell’Innovazione.

Leggi anche: Che cosa cambia nello Statuto della Lega