Attualità

Coronavirus: la Svezia ci ripensa?

Il governo sta pensando a una nuova legislazione che gli consenta di adottare misure straordinarie visto che il suo approccio morbido per ora sta portando a un tasso di mortalità più elevato e soprattutto a una crescita più marcata dei casi. Il primo ministro: «Conteremo i morti a migliaia»

coronavirus svezia 1

Qualche giorno fa abbiamo raccontato dell’approccio diverso della Svezia all’emergenza Coronavirus SARS-COV-2 e COVID-19: Stoccolma ha tenuto aperte le attività commerciali e non ha limitato, se non con qualche accorgimento, la circolazione delle persone, non ha chiuso né i confini né le scuole. Il paese è adottato un approccio diverso, confidando nell’adozione di misure volontarie e più morbide con lo scopo di ritardare la diffusione del virus. Abbiamo anche raccontato che arrivavano molte critiche da parte di illustri virologi tra cui il presidente della Nobel Foundation Carl-Henrik Heldin racconta il Guardianche aveva invitato il governo a prendere misure più rigorose. E ora, , la Svezia comincia a ripensarci.

Coronavirus: la Svezia ci ripensa?

Il governo sta pensando a una nuova legislazione che gli consenta di adottare misure straordinarie visto che il suo approccio morbido per ora sta portando a un tasso di mortalità più elevato e soprattutto a una crescita più marcata dei casi. Domenica i decessi della Svezia sono cresciuti dell’8% rispetto al giorno prima e il totale dei morti è superiore a quello di Danimarca, Finlandia e Novegia insieme. La SVT ha raccontato che dopo le proteste dell’opposizione il governo dei socialdemocratici ha evitato di adottare le misure tramite decreto, ma in base alla legislazione il parlamento sarà consultato prima di prendere decisioni come la chiusura di aeroporti, treni, negozi e ristoranti. Anders Tegnell, il più importante epidemiologo del Paese e che è a capo della task force sul Coronavirus ha descritto la sua strategia come un tentativo di ritardare la diffusione dell’infezione per non mandare in tilt gli ospedali.

coronavirus svezia
Coronavirus: il paragone tra Cina, Italia, Svezia, Spagna e Stati Uniti (fonte)

Ma la curva dell’infezione comincia a crescere vorticosamente e si è verificato un importante aumento dei casi a Stoccolma, dove a breve si aprirà un ospedale da campo con 140 posti letto. Nelle ultime 24 ore sono state contagiate 365 persone, portando il totale dei casi a 6.443. I decessi sono invece almeno 358. “La vita non va avanti come al solito in Svezia”, ha tuttavia precisato la ministra della Salute, Lena Hallengren, in un incontro con i media internazionali. Il governo di Stoccolma non ha ordinato un blocco ma ha scelto raccomandazioni e ha invitato i cittadini a “assumersi la responsabilita’” e seguire le linee guida. Hallengren ha sottolineato che il Paese nordico ha introdotto una serie di misure ed è pronto a fare di più se necessario. Le persone di età superiore ai 70 anni e in gruppi a rischio sono state fortemente incoraggiate ad evitare contatti e agli istituti di istruzione superiore è stato consigliato di tenere le lezioni da casa. Sono state adottate misure economiche per rendere meno costose le assenze per malattia e alle persone e’ stato ripetutamente chiesto di lavorare da casa e di autoisolarsi al minimo sintomo.

«Conteremo le morti a migliaia»

Tra le misure più severe vi sono i divieti delle riunioni con oltre 50 persone e le visite alle case di cura. I ministri hanno sottolineato che le raccomandazioni stanno avendo un notevole effetto. Ma in netto contrasto con gran parte dell’Europa e dei suoi vicini nordici, i ristoranti e le scuole elementari rimangono aperti. E anche se le strade di Stoccolma – focolaio del Paese – sono meno movimentate del solito, è tutt’altro che una città fantasma. Finora l’approccio sembra soddisfare i cittadini. Un sondaggio pubblicato all’inizio della settimana dalla società di analisi Novus ha mostrato che la fiducia nel governo è aumentata in modo significativo a marzo, con il 44% degli intervistati che afferma di avere molta fiducia nel premier, Stefan Lofven, rispetto al 26% di febbraio. Tuttavia, non tutti sono d’accordo con l’approccio svedese.

stefan lofven

Marcus Carlsson, matematico della Lund University, è arrivato al punto di accusare la Svezia di giocare alla “roulette russa con la popolazione svedese” in un video pubblicato su YouTube e citato dal Guardian. E uno studio pubblicato la scorsa settimana dalla rivista medica The Lancet, intitolato “Covid-19: Learning from Experience”, ha affermato che “la risposta lenta iniziale in Paesi come il Regno Unito, gli Stati Uniti e la Svezia appare ora sempre meno assennata”. I servizi sanitari hanno segnalato carenze di attrezzature, ma finora non sono stati invasi come in Italia e Spagna. In un’intervista pubblicata da Dagens Nyheter sabato scorso, il primo ministro Stefan Löfven ha affermato che il paese potrebbe trovarsi di fronte a migliaia di morti per coronavirus e che la crisi probabilmente si protrarrà per mesi anziché settimane. “Abbiamo scelto una strategia per cercare di appiattire la curva e non ottenere un processo troppo drammatico, perché probabilmente il sistema sanitario non riuscirà a farcela”, ha detto. “Ma significa anche che avremo persone più gravemente malate che necessitano di cure intensive, avremo molte più morti. Conteremo i morti a migliaia”.

Leggi anche: Luca Zaia e il grande poeta Eracleonte da Gela