Attualità

Dove sono stati contagiati i malati di Coronavirus a Roma

Intanto proseguono i test su chi, 98 persone, si trovava tra il 26 e il 27 febbraio al pronto soccorso di Tor Vergata dove il poliziotto di Spinaceto passò la notte in barella

coronavirus misure emergenza governo italia 1

Il famoso concerto dei Jonas Brothers ad Assago, un viaggio a Zanzibar con amici bergamaschi, le frequentazioni del Lodigiano: mentre arrivano cinque nuovi contagiati da Coronavirus a Roma è caccia ai focolai di COVID-19. .L’indagine epidemiologica effettuata sui casi di Pomezia, ovvero il poliziotto e la sua famiglia risultati positivi, «evidenzia un link epidemiologico con l’evento del 14 febbraio al Forum di Assago», ha annunciato ieri l’assessorato alla Salute della Regione Lazio. Spiega oggi Il Messaggero:

«La sequenza temporale dell’esordio dei sintomi e l’analisi sierologica depongono per contatto non autoctono ma derivante dalla Lombardia», precisa la Regione. La figlia del poliziotto risultato positivo avrebbe assistito il 14 febbraio scorso al concerto al Forum: la ragazza studia Informatica alla Sapienza, dove le lezioni sono state sospese «Il contact racing nel quale vengono riportati nel dettaglio contatti, trasporti e soggiorni è stato immediatamente messo a disposizione del Ministero della Salute, come da protocollo», sottolineano dall’assessorato.

dove sono stati contagiati i malati di coronavirus romani
Dove sono stati contagiati i malati di Coronavirus romani (Il Messaggero, 4 marzo 2020)

Allo Spallanzani, invece, si trova da lunedì pomeriggio l’ingegnere che alle 14,30 dello stesso giorno si è presentato all’ospedale “Grassi” di Ostia, sul litorale romano, con sintomi influenzali e difficoltà respiratorie. L’uomo è stato subito accolto con un triage protetto. Ha indossato la mascherina e non è venuto in contatto con altri degenti. Il suo link epidemiologico non è venuto subito alla luce. Ma poi si è ricordato del viaggio a Zanzibar in compagnia degli amici di Bergamo. La Asl Rm3 sta ricostruendo tutti i contatti dell’uomo, ha già raggiunto i familiari che vivono in un altro quartiere della Capitale, ed escluso possibili contagi durante il volo di rientro in Italia. L’uomo è rimasto completamente asintomatico per dieci giorni.

I pazienti affetti da Coronavirus ricoverati attualmente all’Istituto di Malattie Infettive a Roma sono 17,tra cui padre, madre e figlia di Fiumicino, una persona di Fiuggi, una di Sassari e una di Minturno ma arrivata da Cremona. Intanto proseguono i test su chi, 98 persone, si trovava tra il 26 e il 27 febbraio al pronto soccorso di Tor Vergata dove il poliziotto di Spinaceto passò la notte in barella.

Leggi anche: L’ipotesi chiusura delle scuole a Roma e nel Lazio