Opinioni

Il complotto degli spari al camion di Nizza

Quando ha luogo un attentato come quello di Nizza l’intero reparto al completo degli Ispettori Manetta dell’Internet si riunisce per denunciare che c’è qualcosa di strano e oh, raga, ne beccassero una che sia una. Nell’occasione sotto accusa c’è la polizia francese, rea di non sapere quale sia il posto di guida di un camion e di aver sparato a casaccio al Tir di Mohamed Bouhlel, anzi: di aver sparato mancando apposta il lato del conducente perché è tutto un complotto del Nuovo Ordine Mondiale per organizzare la fine del mondo e fottersi le scorte di Ovomaltina. Questa è la foto incriminata, con tanto di circoletto rosso aggiunto:
spari camion nizza 3
Il motivo per cui i fori si trovano in quella direzione è presto spiegato. I poliziotti hanno sparato di lato al camion con Bouhlel dentro: in questo video si può vedere benissimo una parte della dinamica della sparatoria.

Mentre nelle foto che segue potete ammirare la postazione dei poliziotti rispetto al camion: da quella posizione è più facile colpire il guidatore sparando dal basso verso l’alto. Senza contare che sparare da davanti a un camion permette sia al guidatore di poterti eventualmente investire facilmente, sia di rispondere al fuoco.
spari camion nizza 4
In quest’ultimo scatto invece vedete i fori d’uscita del proiettile e potete così immaginarne la traiettoria: inutile sottolineare che sparando in quella direzione è più facile colpire una persona che si trovi sul lato del guidatore.
spari camion nizza 1
E quindi anche stavolta ve l’hanno fatta. Grrr, maledetto Ginko.