Fact checking

Chiara Appendino dice no alla Tav ma sì a Hyperloop (che ancora non esiste da nessuna parte)

@Giovanni Drogo|

chiara appendino hyperloop gresta - 3

Chiara Appendino guarda avanti. La sindaca di Torino considera ormai ineluttabile la costruzione del TAV, la linea ad alta velocità Torino-Lione. Oggi intervenendo all’assemblea dell’Unione industriale di Torino la Appendino ha voluto parlare di futuro perché quella del TAV «i giochi sono fatti, quella è una partita chiusa». Due paroline bastano per liquidare il movimento No Tav che pure le ha dato molti voti.

Hyperloop: e così non si parla più di TAV

Ma la sindaca vuole, anzi ci invita, a parlare di futuro. Nella fattispecie di Hyperloop: «una infrastruttura futuristica che collegherà Torino e Milano in una manciata di minuti, creando così le condizioni concrete per una reale macroregione. A questo stiamo già lavorando, in accordo con il sindaco Sala». Non è la prima volta che Appendino parla di Hyperloop, a luglio aveva incontrato Gabriele Bibop Gresta, co-fondatore  nel 2013 di Hyperloop Transportation Technologies (HTT) che ha raccolto la sfida lanciata da Elon Musk.

chiara appendino hyperloop gresta - 1

E paradossalmente l’idea del treno a levitazione magnetica che viaggia a oltre mille chilometri orari piace moltissimo a quelli che fino all’altro ieri lottavano contro la Torino-Lione dicendo che non aveva senso fare un “buco inutile” risparmiare nella montagna per risparmiare appena 20 minuti di viaggio. A febbraio l’allora sottosegretario di Palazzo Chigi Stefano Buffagni (oggi viceministro dello Sviluppo Economico) si diceva entusiasta dell’idea di installare una linea tra Catania e Palermo. Ad agosto qualcuno nel M5S pensava alla linea Milano-Bologna. Oggi la Appendino ci vende l’idea di andare da Torino a Milano in pochi minuti (con un Frecciarossa ci vuole un’ora).

C’è un problema: non esiste un solo tracciato Hyperloop funzionante

Quello che Appendino non dice è che per Hyperloop occorrerà realizzare un’infrastruttura dedicata. Perché il “treno” di Hyperloop viaggia dentro un tubo speciale posto su una sopraelevata (come una monorotaia) che deve viaggiare perfettamente in piano. Dal momento che per poter raggiungere la velocità di 1.200 km/h è necessario che nel lungo tubo dove viene alloggiata la carrozza venga creato il vuoto si potrà far viaggiare un convoglio alla volta. In pratica è la versione per il trasporto umano della posta pneumatica, con molta più tecnologia visto che si parla di magneti superconduttori. E il numero dei passeggeri è limitato, appena una trentina di persone per “carrozza” o “pod”.

chiara appendino hyperloop gresta - 9 chiara appendino hyperloop gresta - 6

Questo naturalmente è solo per il traffico passeggeri ma al momento non esiste in nessuna parte del mondo una linea funzionante. Esistono o sono in fase di realizzazioni dei piccoli circuiti di “test”. Ad esempio un tracciato da poco più di mille metri è in fase di studio ad Abu Dhabi mentre uno da 320 metri potrebbe essere realizzato a Tolosa. La distanza tra Torino e Milano è di 126 km, se si sceglie di percorrerla con un noioso e antico treno.

chiara appendino hyperloop gresta - 2

Anche la Virgin di Richard Branson ha allo studio la creazione di un suo Hyperloop (la tecnologia è open source) e conta di iniziare con  il trasporto passeggeri entro la prossima decade. Evidentemente costruire Hyperloop va bene, la TAV invece non si doveva fare ma purtroppo ci tocca farla. Immaginate di essere un No TAV che per anni ha lottato contro gli espropri, il consumo di suolo per costruire stazioni e sottoservizi e trovarvi ad aver votato una sindaca che non solo ha smesso di lottare contro l’alta velocità ma che oggi parla di linee ad altissima velocità per un numero ridicolmente basso di passeggeri.

chiara appendino hyperloop gresta - 10

chiara appendino hyperloop gresta - 7 chiara appendino hyperloop gresta - 8

In pratica è come aver votato il due per uno, con un voto prendi due fregature. In tutto questo non sappiamo quali saranno i costi di realizzazione e di esercizio perché non esiste nessuna tratta di Hyperloop. Sappiamo che però in Hyperloop potrà viaggiare solo HTT, il che potrebbe rappresentare un “piccolo” problema quando si tratterà di interconnettere la nuova tecnologia futuristica con la rete già esistente. C’è chi fa notare che forse la Sindaca potrebbe concentrarsi sulla rete di trasporto pubblico esistente o in fase di realizzazione, ad esempio i cantieri per la linea della Metro 2.

Foto copertina via Twitter.com

Leggi anche: Il triste spettacolo del governo giallorosso sullo ius culturae