Opinioni

Chi va in vacanza in estate (e non può andare a votare a luglio)

Ieri Michaela Biancofiore di Forza Italia è finita in una polemica politica perché a L’Aria che tira ha detto che il voto in estate consegnerebbe la vittoria ai 5 Stelle perché “al Sud non possono permettersi di andare in vacanza. E chi ha votato i 5 Stelle? Il Sud”. La parlamentare ha poi postato sulla sua pagina Facebook i numeri del movimento turistico in Italia che servivano a confermare quanto affermato in trasmissione e stigmatizzato da molti M5S, tra cui Paola Taverna.

Ma in realtà, come hanno spiegato i sondaggisti, il voto a luglio potrebbe premiare proprio il centrodestra che, grazie al traino di una Lega in forte rialzo, non solo arriverebbe ancora primo, ma addirittura raggiungerebbe da solo la maggioranza in Parlamento. «Noi abbiamo fatto tante simulazioni e a oggi l’alleanza è già oltre il 40%», afferma Nicola Piepoli, «un trend positivo che sarà complicato invertire: Salvini è sopra il 20, Fi e FdI in parità rispetto al 4 marzo: perché non si tratta di fuoco amico, per la Lega provenienza dei voti non è interna, ma pesca fra gli astensionisti e nel M5S». Il quale è dato invece come «ristagnante».

chi lavora in estate
Chi va in vacanza in estate (Corriere della Sera, 9 maggio 2018)

Il Corriere della Sera pubblica oggi un’infografica che spiega che il 35% degli italiani parte durante le vacanze estive, ma che le percentuali sono molto diverse tra nord e sud: nelle isole parte solo il 12,3% mentre nel nord est parte il 50% degli abitanti. In centro la percentuale è del 40% mentre è al 16,8% al sud.

Leggi sull’argomento: Perché il voto a luglio potrebbe premiare Salvini