Politica

Calenda blocca per errore Roman Pastore su Twitter e poi lo sblocca, ma lui replica: "Carlo, che ti succede?"

neXt quotidiano|

carlo calenda roman pastore

Ha deciso di farlo subito sbloccare, giustificandosi col fatto che non era stato lui a “farlo fuori” dalla sua cerchia su Twitter ma il suo team social. Ciò non toglie che la querelle tra Carlo Calenda e Roman Pastore ci sia stata, e ha tenuto banco per diverse ore online. Tutto è cominciato con un tweet del 21enne candidato nella lista del leader di Azione al III Municipio, che era finito al centro delle polemiche per le sue fotografie in cui metteva in bella mostra il suo orologio Audemar Piguet. “Ma come? Mi candido con te, mettendoci la faccia a soli 21 anni. Ricevendo insulti, minacce e cattiveria. Mi chiamano stampa e tv e per evitare strumentalizzazioni mi faccio giustamente da parte. Ora perché esprimo perplessità su certe tue dichiarazioni mi blocchi?”.

La polemica tra Roman Pastore e Carlo Calenda

Pastore, che cura la comunicazione social per Italia Viva, nei giorni scorsi aveva chiesto a Calenda di evitare divisioni, alludendo all’attuale situazione nell’Assemblea capitolina, che vede due esponenti renziani eletti nella lista di Calenda che vorrebbero lavorare in accordo con la maggioranza, mentre i tre di Azione sono determinati a stare all’opposizione. “Non possiamo permetterci il lusso di dividerci – aveva detto Pastore – perché la prospettiva che abbiamo in vista delle elezioni 2023 è basata sull’unità delle forze riformiste. Basta attaccare”.

“Ma che ne so io della vita di Pastore? Il problema è che diventano virali delle idiozie”, la replica di Calenda a “Oggi è un altro giorno” su Rai Uno. “Lo sblocco, gli mando dei fiori e un bacio – ha aggiunto -. L’ho difeso molte volte, non l’ho bloccato io Pastore. Il mio team social blocca tutti quelli che insultano, non so come ci è finito lui, non è il problema della mia vita. Io Pastore l’ho difeso ma quando fai campagna elettorale non metti un orologio da 40mila euro, è poco elegante. Poi lui ha tutto il diritto di averlo. Ma non mi importa, lo farò sbloccare subito”.

Su Facebook è arrivata la controreplica di Pastore: “Oggi non deve essere la giornata migliore per Carlo Calenda che litiga con tutti, blocca sui social e straparla. Carlo ma che ti succede? Possibile che le tue reazioni siano così scomposte? Dici che il tuo gruppo social blocca chi insulta: ma io non l’ho mai fatto. Anzi ti ho detto cosa penso, che non possiamo permetterci il lusso di dividerci”.