La macchina del funky

Camera e Senato, dieci giorni di «vacanza» per le elezioni

camera senato

Un’altra pausa lavori in arrivo per Camera e Senato. Nonostante uno dei temi forti dell’antipolitica in Italia sia la scarsa produttività dei due rami del parlamento, i presidenti hanno concesso dieci giorni di stop a deputati e senatori in coincidenza delle elezioni amministrative che vivranno il loro primo turno ai primi di giugno. E così, racconta oggi La Stampa in un fondo di Carlo Bertini, dal 26 maggio al 6 giugno Palazzo Madama e Montecitorio chiuderanno i battenti affinché i parlamentari possano sostenere i sindaci e la campagna delle amministrative:

Causa elezioni amministrative, dieci giorni di stop delle Camere. Ogni volta la battuta ricorrente è sempre la stessa: in Italia si vota spesso, ogni due per tre c’è una tornata elettorale; e non si possono privare deputati e senatori del diritto/dovere di fare campagna elettorale nelle loro aree territoriali di riferimento. Prassi consolidata da decenni la pausa elettorale. E pure stavolta – a dire il vero dopo un periodo di intensa attività legislativa – le “vacanze di lavoro” dei parlamentari si dilatano: da giovedì sera, 26 maggio fino al 6 giugno, Montecitorio e Palazzo Madama chiuderanno i battenti per dare modo di andare nei comuni a sostenere i candidati sindaci con varie iniziative. Al rientro, dopo le comunali, maggioranza e opposizioni incroceranno di nuovo le spade sulla riforma dei partiti alla Camera e su quella del codice penale al Senato.

ferie parlamentari
Le ferie dei parlamentari (Sky Tg 24, dicembre 2016)

Leggi anche: Ferrara chiede 100mila euro di IMU alla Chiesa