Politica

Piazzapulita, Bruno Vespa difende Meloni: "Sul caso Saviano non c'entra il 'bastarda'" | VIDEO

Asia Buconi|

bruno vespa

Ospite ieri sera a Piazzapulita su La7, Bruno Vespa ha spezzato più di una lancia in favore della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Nello specifico, in aperta polemica col padrone di casa Corrado Formigli, il presentatore di Porta a Porta ha criticato l’atteggiamento dei giornalisti in occasione della conferenza stampa sulla Manovra, durante la quale alcuni di loro avevano contestato Meloni per “il poco spazio per le domande” e per la lunga presentazione iniziale definita “una strategia”, suscitando così la reazione stizzita della Premier.

“Io non so come altri Premier avrebbero risposto – ha esordito Bruno Vespa – Non si chiede a una Premier se ha imparato una lezione, la domanda si fa per sapere le cose”. Al che Formigli ha ribattuto al giornalista: “Sì, ma le domande si accettano per quello che sono e si risponde”. E di nuovo Vespa: “Sì, ma non si chiede questo”.

Bruno Vespa difende Meloni sul caso Saviano: “Non c’entra il ‘bastarda'”

Bruno Vespa ha difeso la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni pure in merito al caso Saviano. La Premier, proprio tre giorni fa, ha annunciato che non ritirerà la denuncia presentata nei confronti dello scrittore di “Gomorra” che, nel corso di una puntata di PiazzaPulita (andata in onda su La7 nel dicembre del 2020), aveva definito la leader di Fratelli d’Italia (in tandem con il segretario della Lega Matteo Salvini) “bastarda”.

Sulla questione, Vespa ha detto: “Quello di cui un Presidente del Consiglio non può fare a meno è denunciare una persona che afferma che è corresponsabile della morte di un bambino in mare. Si chiama attribuizione del fatto determinato. Ho procurato la morte di un bambino in mare? Dimostramelo”.

Motivo per cui, secondo il conduttore di Porta a Porta, la querela di Meloni a Saviano ha in realtà poco a che fare col termine “bastarda”. Da qui, la nuova replica del presentatore di La7: “Non è così, la querela è stata fatta sul ‘bastarda’ ed è sul ‘bastarda che la Meloni ha replicato”, smentisce Formigli, scatenando così in studio l’ennesimo battibecco.