La macchina del funky

Il “botto” al Sud pronosticato per il MoVimento 5 Stelle

sondaggi m5s pd 1

Fabio Martini sulla Stampa oggi racconta che il MoVimento 5 Stelle si appresta a fare il “botto” al Sud, ovvero il pieno dei collegi uninominali essendo di gran lunga il primo partito

A parlar chiaro sono i sondaggi più analitici (e per questo più costosi per i committenti) che all’unisono rilanciano lo stesso dato: in tutte le principali regioni e città del Sud il Movimento di Grillo per il momento è al primo posto. Saldamente e nettamente.

Un fenomeno che, laddove venisse confermato, rappresenterebbe un dato politico rilevantissimo, con connotati persino storici, se si pensa che in 72 anni di Repubblica gli elettori meridionali hanno sempre premiato in prevalenza i partiti di governo (la Dc, Forza Italia, l’Ulivo) e comunque mai un movimento dichiaratamente anti-sistema.

sondaggi senato centrodestra
L’elaborazione Youtrend sui collegi del Senato (La Stampa, 6 gennaio 2018)

I numeri sono più ottimisti di quelli “ufficiali”, ma, spiega l’articolo, sarebbero anche maggiormente attendibili:

Certo, mancano ancora 48 giorni alle elezioni e qualcosa può ancora cambiare, ma i primi dati degli istituti più accreditati sono eloquenti. Molto analitiche e con campionature importanti, come sempre, sono le ricerche che Alessandra Ghisleri realizza per conto di Forza Italia. Proprio perché «mirati» agli interessi del committente, questi sondaggi non sono diffusi immediatamente, ma chi li ha visti racconta di una striscia che parla chiaro: il Movimento Cinque Stelle viaggia tra il 34 e 36% in Sardegna, tra il 33 e il 35% in Sicilia, tra il 30 e il 32% in Puglia, tra il 29 e il 31% in Campania.

Se ancora è prematura la traduzione in seggi, sia per i collegi sia per la parte proporzionale, un dato è già acquisito: i Cinque stelle sono il primo partito nelle grandi aree metropolitane del Sud, dunque a Napoli, Bari, Palermo e Reggio Calabria, oltreché nelle principali regioni.

Leggi: Sondaggi Regione Lazio e Lombardia: vincono M5S e centrodestra