Politica

«Dov’erano i grillini quando Salvini agitava bambole di gomma?»

maria elena boschi ristorante

In un’intervista rilasciata a Maria Novella De Luca su Repubblica, Maria Elena Boschi oggi ricorda al MoVimento 5 Stelle, e segnatamente al sottosegretario Spadafora, che Salvini è sessista non da oggi ma fino a ieri a loro è andato tutto bene:

«Salvini non può chiedere a Spadafora di dimettersi, perché sul sessismo della Lega Spadafora dice la verità. Mi chiedo però dove fossero i Cinquestelle quando, durante la campagna elettorale, Salvini esponeva bambole di gomma, paragonandole alle sue avversarie politiche. Però un dato è certo: il linguaggio violento e discriminatorio nei confronti delle donne, può scatenare atti violenti. È già successo».

Boschi, condivide l’attacco del sottosegretario Vincenzo Spadafora, sulla deriva sessista dell’Italia?
«È la realtà. Ed è quello che noi, assai prima dei Cinquestelle, denunciamo e combattiamo da tempo. Salvini ha grosse responsabilità su questo fronte, a cominciare dal fatto che non espelle dai suoi social gli odiatori delle donne. Però questo modo di procedere mi sembra ipocrita».

In che senso?
«Spadafora accusa Matteo Salvini di sessismo ma poi i Cinquestelle continuano a governare con la Lega».

vincenzo spadafora

Spadafora accusa Salvini di aver peggiorato le condizioni delle migranti vittime di violenza.
«Nel piano antiviolenza del triennio erano previste interventi mirati. La cui gestione spettava al ministero dell’Interno. Ma Salvini ha affermato di non volerci investire un euro».

Sulla protezione delle vittime di violenza Lega e Cinquestelle sembrano incompatibili.
«Ma allora perché continuano a governare insieme? Perché le parlamentari e i parlamentari M5s non si schierano contro il sessismo della Lega?».

Leggi anche: La nazionalizzazione di Alitalia (WTF?)