Attualità

Bollettino Coronavirus Italia oggi: i dati della Protezione Civile per il 20 novembre

L’aggiornamento sulla situazione dei contagi di Coronavirus in Italia oggi con il bollettino del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile:  36.176 contagi e i 653 decessi di ieri

bollettino coronavirus protezione civile oggi 20 novembre covid italia 1

L’aggiornamento sulla situazione dei contagi di Coronavirus in Italia oggi con il bollettino del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile:  36.176 contagi e i 653 decessi di ieri: 37.242 casi e 699 decessi. Sonos stati effettuati 238.077 tamponi. I pazienti in terapia intensiva crescono di 36 terapie intensive per un totale di 3748. I ricoverati sono 33957 in aumento di 347. Torna a salire il  tasso di positività: oggi è il 15,6% più 1,2% rispetto a ieri.

Bollettino Coronavirus Italia oggi: i dati della Protezione Civile per il 20 novembre

I casi suddivisi nelle regioni: nel Lazio 2.667 casi positivi (-30), 41 i decessi; in Veneto oggi i nuovi positivi sono 3.468. Ci sono 66 nuovi decessi. I tamponi effettuati sono 15.966. I pazienti in terapia itensiva calano di 10 per un totale di 286. I ricoverati sono 2.294 in aumento di 52. Sono 512 i nuovi casi rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche su un totale di 3.367 tamponi: la percentuale positivi/tamponi è del 29,68% se si considerano solo i test del percorso nuove diagnosi e del 15,2% invece del totale dei tamponi che ne comprende anche 1.642 del percorso guariti. Il numero più alto di casi nell’ultima giornata  si è registrato in provincia di Macerata (158); seguono le province di Ancona (145), Pesaro Urbino (113), Ascoli Piceno (47), Fermo (46); tre i contagi da fuori regione). I casi comprendono 77 soggetti sintomatici. Ci sono inoltre contatti in setting domestico (117), contatti stretti di casi positivi (148), contatti in setting lavorativo (29, in ambienti di vita/socialità (31), in setting assistenziale (4), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (16), screening percorso sanitario (6 casi rilevati) e due rientri dall’estero. Per altri 82 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Cala il numero dei nuovi contagi in Basilicata, dai 290 emersi mercoledì ai 232 delle ultime 24 ore, a fronte dei 2087 tamponi processati. Di questi, una quindicina si riferiscono a cittadini residenti fuori regione. Tra i nuovi positivi si contano 37 casi a Matera. Sempre ieri sono guarite 36 persone e 3 sono decedute. Sale di poco il numero di ricoverati negli ospedali lucani, arrivati a quota 171, di cui ventisette nei reparti di terapia intensiva di Potenza e Matera.  In Toscana sono 90.884 i casi di positività al coronavirus, 2.207 in più rispetto a ieri (1.471 identificati in corso di tracciamento e 736 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 7,4% e raggiungono quota 34.894 (38,4% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.421.783, 18.442 in più rispetto a ieri, di cui il 12% positivo. Sono invece 8.340 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 26,5% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.687 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.869, -0,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.087 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 295 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un’età media di 79,4 anni. Scendono i ricoverati Covid negli ospedali dell’Umbria, 436, dieci in meno di ieri, 71 dei quali in terapia intensiva (erano 76), ma i dati aggiornati della Regione registrano anche un record per le vittime, 21, 314 dall’inizio della pandemia. I nuovi positivi emersi nelle ultime 24 ore sono stati 394, 20.961 dall’inizio della pandemia, e 390 i guariti, 9.274. Con gli attualmente positivi a quota 11.373, 17 meno di ieri. Analizzati nelle ultime 24 ore 3.703 tamponi, 380.989, con un tasso di positività del 10,6% (ieri era il 10%). Sono 705 i casi di contagio registrati oggi in Abruzzo e 18 i decessi, sebbene 8, spiega il bollettino quotidiano diffuso dall’assessorato alla Sanita’, si riferiscono a morti avvenute nelle scorse settimane con l’esito del tampone arrivato pero’ solo adesso. Con i 705 casi di oggi, risultati dai 4.648 tamponi effettuati e riferiti a persone di eta’ compresa tra i 5 mesi e i 97 anni, il totale dei contagi in Abruzzo, da inizio emergenza, raggiunge quota 22.547. Sono 102 quelli delle ultime 24 ore riferiti a ragazzi sotto i 19 anni: 43 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 20 in provincia di Chieti, 15 in provincia di Teramo. E’ ancora una volta L’Aquila la provincia piu’ colpita. Questa infatti la distribuzione territoriale dei contagi rilevati oggi: 7.387 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+301 rispetto a ieri), 4.334 in provincia di Chieti (+86), 4498 in provincia di Pescara (+102), 5.911 in provincia di Teramo (+209), 216 fuori regione (+1) e 201 (+6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Sul fronte decessi i 18 di oggi che fanno riferimento a persone di eta’ compresa tra 63 e 95 anni (5 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo), portano il totale a 739. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 15378 (+516 rispetto a ieri). Sul fronte ricoveri si registra una certa stabilita’: in terapia intensiva e’ uno il ricovero di oggi per un totale di 75; in ospedale sono tre i nuovi ricoveri per un totale di 661. In isolamento domiciliare, invece, con i 512 casi delle ultime 24 ore, si trovano 14.642 persone. Sul fronte dimissioni guarigioni oggi se ne registrano 171 per un totale di 6.430. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 366943 test

Leggi anche: “Il vaccino Moderna efficace anche per gli over 65 e per le persone con altri fattori di rischio