Opinioni

Quando Di Battista denunciava la casta e Salvatore Tutino (oggi possibile assessore M5S)

@neXt quotidiano|

alessandro di battista maria elena boschi

Va ricordata perbene, la dura presa di posizione di Alessandro Di Battista, che insieme alle parlamentari Carla Ruocco e Laura Castelli denunciava le ingiustizie della Casta e il governo cinico e baro come il destino. Era infatti il
Té capì? E siccome il Dibba non è certo uno che le manda a dire, i nomi dei nominati “amici” in tempi sospetti li ha fatti forti e chiari:

Oggi, 21 dicembre ALLE ORE 8,15 si è riunito appunto il Consiglio dei Ministri e, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Letta, sono stati nominati i Consiglieri della Corte dei Conti: Salvatore Tutino, Italo Scotti, Siegfried Brugger, Daniele Caprino, Angela Pria. Ne consegue che queste persone godranno di un contratto che non è soggetto ai limiti del comma 326 bis. Ciò per il fatto che la loro nomina interviene qualche giorno, anzi ora, prima della entrata in vigore della norma. Questo fa il nuovo PD di Renzi! Se non ci fossero i cittadini nelle istituzioni certe notizie difficilmente uscirebbero. Un abbraccio stiamo ancora votando, non abbiamo i numeri per bloccargli le porcate (la prossima volta pensate a votare PD o Forza Italia) ma almeno li facciamo “schiattare” in aula!

Tra di essi c’era Salvatore Tutino, che oggi è in procinto di diventare assessore al Bilancio e al Patrimonio della Giunta Raggi su suggerimento di Andrea Mazzillo. Essendo un pensionato, sarà interessante scoprire come si risolverà la questione dello stipendio. Ma anche su questo stiamo tranquilli: nel caso, vigila Di Battista.