Attualità

La vera storia dei bambini di Bibbiano tornati dai genitori

quattro bambini bibbiano

Nei giorni scorsi molti giornali hanno raccontato la storia dei due e poi dei quattro bambini di Bibbiano tornati dai genitori dopo gli affidi che hanno fatto partire l’inchiesta Angeli e Demoni sulla Val d’Enza.

La vera storia dei bambini di Bibbiano tornati dai genitori

Quello che però non sembra essere molto chiaro è che i bambini sono tornati dai genitori prima dell’ordinanza di custodia cautelare che ha portato agli arresti domiciliari i protagonisti dell’inchiesta. Più precisamente, il primo è tornato a casa dieci mesi fa e l’ultimo a marzo 2019. Nell’inchiesta si parla sempre di affidi temporanei, mai diventate adozioni vere e proprie. A precisarlo, ad esempio, è Valentina Errante sul Messaggero:

La decisione è di alcune settimane fa: il Tribunale dei minori ha disposto che quattro dei sei bambini, coinvolti nell’inchiesta “Angeli e Demoni” sui presunti affidi illeciti, tornino alle famiglie biologiche. Un’ordinanza non recentissima, che si inserisce nella rivalutazione avviata dal Tribunale su tutti i casi seguiti dal servizio sociale della Val d’Enza, diretto da Federica Anghinolfi, ritenuta una delle figure chiave dell’inchiesta che da giorni ha portato a Bibbiano. I ricongiungimenti risalgono a prima del 27 giugno, il giorno in cui Bibbiano è finito al centro delle cronache con gli arresti e le misure cautelari per 18 persone: il sindaco Andrea Carletti, dirigenti comunali, assistenti sociali e tre psicoterapeuti della Onlus Hansel e Gretel, tra cui Claudio Foti.

claudio foti bibbiano val d'enza

Il Corriere della Sera è l’unico quotidiano che sostiene il contrario a proposito della bambina che aveva fatto il famoso disegno a cui erano state aggiunte le famose braccia: Alessandro Fulloni scrive che la svolta “è arrivata con il via all’inchiesta”. Ma il via all’inchiesta non coincide con l’ordinanza delle custodie cautelari che risale al 27 giugno.

quattro bambini bibbiano 1

Giuseppe Baldessaro su Repubblica scrive: “Il primo è tornato a casa quasi 10 mesi fa. L’ultimo tra febbraio e marzo scorso”.

Leggi anche: Come Salvini usa i bambini di Bibbiano per venderci il DDL Pillon