Politica

Come l’assembramento di Salvini a Barcellona Pozzo di Gotto è diventato una corsa podistica

Il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina in un’ordinanza pubblicata nell’albo pretorio ha scambiato un comizio di Matteo Salvini con una gara podistica mai svolta. Come mai?

Il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina in un’ordinanza pubblicata nell’albo pretorio ha scambiato un comizio di Matteo Salvini con una gara podistica mai svolta. Il Fatto Quotidiano racconta che lo scorso 12 giugno Salvini si è presentato in occasione di una delle ultime tappe del suo ennesimo tour siciliano.

Soltanto due giorni prima era stata pubblicata l’ordinanza firmata dalla comandante della polizia municipale in cui venivano istituiti divieti di sosta e rimozione delle automobili in alcune vie per motivi di ordine e sicurezza, così da “consentire lo svolgimento della gara”. Nessun rimando a Salvini e al suo comizio in piazza Stazione, la stessa che compare nell’elenco delle strade interdette. “Non c’era nessuna gara in programma – spiega al Fatto Quotidiano Nunzio Scolaro, presidente della federazione di atletica a Messina –Con la pandemia tutte le competizioni sono state annullate per il rischio contagio”.

salvini contestazione barcellona pozzo di gotto

Del pomeriggio del leader del Carroccio in provincia di Messina resterà impressa l’immagine di un maxi assembramento in cui si sono mischiati sostenitori e molti contestatori. Gli stessi che il senatore ha però etichettato come “dieci sfigati”, salvo poi prendersela con un gruppo di migranti, ospiti dello sprar, che ascoltavano il comizio. “Prendetevi a carico vostro quei signori che sono sul balcone – ha inveito Salvini – La Sicilia ha bisogno di turisti che pagano e non di turisti che sono pagati per non fare nulla dalla mattina alla sera”.

Leggi anche: Domenico Tallini: il presidente del Consiglio regionale della Calabria e il fascismo che non era razzista