Economia

Il Comune di Roma deve 18 milioni ad AMA, ma…

gianni lemmetti indagato

Sergio Rizzo su Repubblica Roma racconta oggi un risvolto interessante della guerra Comune-AMA sul bilancio della municipalizzata dei rifiuti, a cui mancano giusti giusti 18 milioni di euro, ovvero il corrispettivo dei servizi cimiteriali che AMA svolge (svolge?) ma il Campidoglio non vuole riconoscerle perché non sa dove mettere a bilancio questi soldi. Il risvolto più interessante – e comicamente divertente – della vicenda è che per farlo il Comune potrebbe essere costretto a rivolgersi alla tecnica dei debiti fuori bilancio, tanto vituperata dal M5S all’opposizione:

Perché i conti dell’Ama sono parte integrante dei conti del Comune. Di conseguenza, se il Campidoglio non approva il bilancio della municipalizzata, non è in grado di dare il via libera neppure al proprio bilancio consolidato. E tutto per 18 milioni dei servizi cimiteriali. Sono i soldi che l’Ama rivendica dal proprio azionista, ma che il suo azionista ritiene di non dovergli dare.

ama roma rifiuti
Le destinazioni dei rifiuti romani (La Repubblica, 12 agosto 2016)

Il fatto è che quei denari sono stati impiegati per altre necessità urbane nei mesi caldi che hanno preceduto la scorsa primavera. Per versarli ora all’Ama, che li ha appostati nel proprio bilancio convinta di riscuoterli, il Comune sarebbe costretto a ricorrere alla vituperata formula del debito fuori bilancio. Proprio quello che l’amministrazione di Virginia Raggi si era sempre vantata, fin dall’inizio, di aver scongiurato puntando il dito contro i predecessori che di debiti fuori bilancio gliene avevano lasciati per un centinaio di milioni. Ma chi se lo ricorda?

Leggi sull’argomento: Decreto Genova: storia di una legge senza coperture