La macchina del funky

Altri tre filobus rotti: un grande successo della Giunta Raggi!

filobus raggi rotti

Ieri abbiamo parlato dei quattro filobus finiti in panne nel giorno dell’inaugurazione in pompa magna da parte dell’ATAC e della Giunta Raggi. Un mezzo surriscaldato, due con problemi alla centralina e un quarto disperdeva corrente elettrica. Nel frattempo, scrive oggi Repubblica Roma, se ne sono fermati altri tre

Dopo le 4 vetture rotte durante l’inauguration day, ieri tre filobus hanno accusato guasti al motore e alle centraline. Il primo sul 60 alle 5 di mattina, sulla Colombo, altezza largo Loria, mentre la vettura si recava — al di fuori della linea elettrica — dal deposito di Tor Pagnotta al capolinea di Porta Pia per prendere servizio: il motore si è bloccato e la vettura è stata riportata in deposito.
Gli altri due casi sul 90, sulla Nomentana, durante il percorso elettrico: a causa di un guasto alle centraline la prima vettura non riusciva a passare alla corrente elettrica. Infine una terza costretta viaggiare con le porte aperte: immediato lo stop e il rientro in deposito. In sostanza siamo al secondo giorno e le vetture ferme ai box sono già sette su quindici. E ci rimarranno ancora: l’azienda non ha meccanici specializzati per riparare filobus di ultima generazione e il contratto di manutenzione, affidato al costruttore Breda Menarini, parte fra un mese.
A gettare acqua sul fuoco è il presidente della commissione mobilità, Enrico Stefano, che parla di «guasti fisiologici dopo anni di abbandono. I filobus sono operativi, abbiamo impresso una svolta».

Lo stesso Stefàno ieri su Facebook se l’è presa con il Corriere della Sera Roma, “reo” a suo dire di essere in contraddizione perché prima si lamentava dei 45 filobus fermi e oggi si lamenta “perché camminano”. In realtà, come gli fanno notare nei commenti, «Enrico sei abbastanza intelligente da capire che si grida allo scandalo perché sono fermi, e si grida allo scandalo perché oggi camminano a BEnzina . E sono filobus, cioè elettrici. Tanto è che di 15, 4 si sono già guastati».
filobus rotti enrico stefano
In effetti il punto che pare sfuggire al consigliere esperto di mobilità della Giunta Raggi è proprio questo: le vetture sono state progettate per viaggiare con il motore elettrico, il diesel è previsto solo per piccoli spostamenti, per evitare ostacoli improvvisi, in caso di caduta nella tensione di rete. In più le vetture che si sono rotte rimarranno ferme in deposito a Tor Pagnotta e non è chiaro se l’azienda potrà riutilizzarle, anche perché non dispone di tecnici specializzati per la riparazione di filobus di ultima generazione. Una circostanza che ieri ATAC ha negato in una nota stampa: «questi motori sono progettati per consentire la marcia autonoma del mezzo anche in assenza della rete filoviaria e che i percorsi di esercizio sono stati valutati anche in relazione all’autonomia disponibile dei motori termici diesel». Visto che anche ieri se ne sono rotti tre, forse i filobus non lo sanno?

Leggi sull’argomento: ATAC, i filobus della Raggi sono già rotti