Opinioni

«Allontanate i consiglieri del PD anche utilizzando il metodo Spada»

“Allontanate i consiglieri del PD anche utilizzando il metodo Spada”: questo avrebbe detto il consigliere del MoVimento 5 Stelle in XI Municipio Fabio Talamoni di fronte agli agenti di polizia di ROma Capitale durante una sospensione dei lavori del Consiglio. La denuncia arriva da una nota congiunta di Maurizio Veloccia, Gianluca Lanzi, Giulia Fainella e Angelo Vastola, consiglieri del Partito Democratico. “La seduta era stata sospesa a seguito dell’immotivato allontanamento dall’aula di due di noi ‘rei’ di aver chiesto chiarimenti sul regolamento e sulla gestione dei lavori da parte del Presidente del Consiglio municipale”, aggiungono i consiglieri. “Queste parole vergognose e irresponsabili non possono passare inosservate. Crediamo che persone del genere non possano continuare a ricoprire incarichi istituzionali e chiediamo che la Sindaca intervenga per chiarire che quanto dichiarato dall’esponente grillino non sia la posizione di tutto il M5S”.
municipio XI SPADA
“Cosa dicono la sindaca Raggi e il candidato premier Di Maio in merito al metodo mafioso invocato dal pentastellato Fabio Talamoni verso i consiglieri del Partito Democratico dell’XI municipio?”, chiede Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, alla notizia di quanto avvenuto oggi in Consiglio dell’XI municipio di Roma. “Se da un lato i vertici del Movimento 5Stelle affermano di non volere i voti della mafia e la sindaca di Roma indice manifestazioni contro la criminalita’ e le mafia- spiega Di Salvo- dall’altro il consigliere pentastellato chiede di allontanare la delegazione municipale del Pd proprio col metodo Spada. Come al solito gli esponenti pentastellati giocano piu’ parti in commedia per non scontentare nessuno, ma in questo caso la scelta e’ tra mafia e legalita’. È arrivato il momento di dire alle cittadine e ai cittadini la verita’ e spiegare quale delle posizioni in campo è quella originale del M5s”