Economia

Alitalia, gli incontri di Delta con Efromovich e Alianca

alitalia invitalia

Sono cominciati ieri gli incontri tra il gruppo di lavoro di Ferrovie dello Stato con Delta Air Lines e gli advisor (in prima fila Mediobanca per Fs, Credit Suisse per Delta) e i pretendenti alla quota mancante nella “Newco Nuova Alitalia”, il 35-40% circa del capitale, corrispondente ad almeno 300 milioni di euro. L’uomo nuovo della partita è German Efromovich, azionista di maggioranza della colombiana Avianca, che si è proposto per rilevare fino al 30% ma è disposto ad arrivare anche al 40% e a versare i 300400 milioni necessari con risorse proprie. Spiega oggi Il Sole 24 Ore:

Efromovich è arrivato a Roma sabato, ieri ha avuto i primi incontri. È in programma anche l’incontro con Perry Cantarutti, responsabile alleanze di Delta, il partner industriale individuato da Ferrovie dello Stato. In campo anche Riccardo Toto, figlio del fondatore di Air One, Carlo Toto. I Toto hanno incontrato ieri il rappresentante di Delta, hanno presentato un loro piano industriale, non ancora un’offerta finanziaria.

Sembra fuori dalla partita invece Claudio Lotito. Non ha inviato le garanzie finanziarie richieste. Le Fs cercano di serrare i tempi, perché lunedì 15 luglio scade il termine fissato dal governo per la presentazione dell’offerta finale ai commissari per comprare le attività di Alitalia. «Non ci sarà un altro rinvio», ha scandito per tre volte il ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio, nell’incontro con i sindacati del 3 luglio. Non è al tavolo Atlantia, la società dei Benetton che ha un interesse industriale ad Alitalia, ma non ha presentato una formale dichiarazione d’interesse. Se Atlantia dovesse presentare l’offerta sarebbe la preferita da Fs e Delta.

alitalia 1
I numeri di Alitalia (La Repubblica, 30 aprile 2019)

Aggiunge oggi MF:

L’industriale, a capo della holding brasiliana Synergy Group, affiancato dal consulente della prima ora Antonio Guizzetti della Guizzetti Associati e dalle new entry, seppure ancora da formalizzare in termini di contratti, rappresentante dallo Studio Grimaldi e dalla banca svizzera Ubs, ha avuto incontri con i vertici di Ferrovie dello Stato (affiancati dai consulenti Mediobanca, Oliver Wyman, McKinsey e Deloitte) e con gli emissari di Delta, il vettore americano attivo da mesi sul dossier Alitalia e finora scettico sul possibile coinvolgimento di Efromovich nella partita.

Oggi e domani sono previsti altri summit, sia a livello di one-to-one, sia a livello collegiale. Anche perché l’industriale e finanziere colombiano è atteso al ministero dello Sviluppo per esporre il proprio piano di rilancio.

Leggi anche: Il taglio delle tasse per gli italiani che tornano dall’estero