Economia

Alitalia, il piano del commissario Leogrande

alitalia cancelleri nazionalizzazione iri - 4

Su Alitalia l’avvocato Giuseppe Leogrande, 56 anni, pugliese, nuovo commissario unico nominato dal governo Conte BIS si è già messo al lavoro. Nel suo curriculum c’è il successo della ristrutturazione di Blue Panorama e tra i suoi obiettivi ci sono i 2500 esuberi, meno costi e Lufthansa all’orizzonte. Spiega oggi Il Messaggero:

Il piano del super commissario parte, secondo quanto risulta al Messaggero, da un cifra chiave. L’obiettivo è contenere gli esuberi entro quota 2.500, circa 1.500 in più rispetto ai dipendenti già oggi in cassa integrazione. Molto meno rispetto ai desiderata di Delta e Lufthansa che puntavano, come noto, a quota 6 mila.

La novità è che l’avvocato pugliese vuole gestire gli esuberi sfruttando al massimo tutti gli ammortizzatori sociali esistenti e, sopratutto, intende chiederne di nuovi proprio al Mise: prepensionamenti mirati e “scivoli” per favorire al massimoleuscite, evitando,come già sottolineato dal ministro dello Sviluppo Patuanelli, macelleria sociale e spacchettamenti. Di certo Palazzo Chigi farà di tutto per favorire questo processo, puntando anche misure “creative”, come la solidarietà espansiva o altri strumenti da studiare ad hoc.

alitalia commissari efromovich
Alitalia, Delta, Lufthansa: il confronto (Il Messaggero, 28 novembre 2019)

Leogrande, dopo una serie di verifiche, dovrebbe lasciare in una bad company, gestita con pieni poteri dall’amministrazione straordinaria (come fatto con Blue Panorama), tutto il personale in sovrappiù, i debiti, le criticità, ovvero la parte più complessa:

Nella newco “buona” finirà l’Alitalia “ripulita”, con gli organici razionalizzati, zero debiti e tutti i contratti(dal leasing al catering, dalla manutenzione agli slot) completamente rivisti. La Nuova Alitalia, sempre se prevarrà questo schema, dovrebbe poi trasferirsi da Sky Team a Star Alliance, visto che l’operazione disegnata da Patuanelli è proprio quella di preparare la nostra compagnia di bandiera ad un matrimonio con Lufthansa, ritenuta più affidabile di Delta Airlines, e sopratutto proiettata a condividere i profitti delle rotte verso il Nord America.

Leggi anche: Sondaggi, Lega sotto il 30% (e le Sardine…)