Opinioni

Alice Salvatore via dal M5S?

Il Fatto Quotidiano scrive oggi che Alice Salvatore, consigliera regionale in Liguria per il MoVimento 5 Stelle e fedelissima della prima ora al partito di Beppe Grillo, potrebbe annunciare l’addio al M5S in una conferenza stampa convocata per oggi. La Salvatore vorrebbe candidarsi alla presidenza della Regione in autonomia:

Alice Salvatore, attuale capogruppo del Movimento 5 Stelle in RegioneLiguria e candidata designata dalla votazione su Rousseau, va verso la candidatura autonoma. La spaccatura con parte del Movimento è in atto da mesi e ruota attorno alla possibile alleanza col centrosinistra alle Regionali inizialmente previste per la primavera e adesso rinviate ai prossimi mesi. La Salvatore, contraria all’alleanza e fedele alla linea dell’ex capo politico Luigi Di Maio, ha annunciato per oggi una conferenza stampa dove chiarirà le sue intenzioni.

m5s liguria alice salvatore beppe grillo

A complicare la sua posizione è stata la scelta degli iscritti a Rousseau, che a marzo hanno detto sì all’alleanza con la sinistra per battere Giovanni Toti. La capogruppo potrebbe perciò correre in maniera autonoma, rinunciando al simbolo del Movimento e creando una propria lista.

EDIT ORE 13,13: L’ex capogruppo del M5S in Consiglio regionale della Liguria, Alice Salvatore, lancia il movimento politico ‘il Buonsenso’, che correrà alle prossime elezioni regionali slegato dall’alleanza M5S-centrosInistra. Nel presentare il progetto politico, Salvatore ha ricordato più volte il fondatore del M5s Gianroberto Casaleggio. “L’acqua pubblica, la sanità pubblica, l’ambiente, la tutela delle pmi, la giustizia per i precari della scuola: sono i temi per cui mi sono avvicinata al M5S. Le idee di Casaleggio sono state tradite da un movimento profondamente mutato prima dall’alleanza con la Lega poi con il Pd”, dichiara Salvatore. “Il M5S è diventato solo un brand, un contenitore, che va in deroga ai suoi contenuti rimanendo vuoto. – commenta – Diciamo ‘no alle alleanze accozzaglia”. Ed ha ricordato che il Movimento ha anche mollato la battaglia per la revoca delle concessioni autostradali ad Aspi. “Era un atto di giustizia per le vittime del Morandi”, ha detto. Al movimento aderisce anche il consigliere regionale grillino Marco De Ferrari. I due formano un gruppo autonomo.

Leggi anche: La storia dei tamponi in frigo invece che in laboratorio