Opinioni

Alessia Cuppone: la candidata a 5 Stelle “sparita”

In un video postato sul suo profilo Facebook Alessia Lucia Cuppone accusa il MoVimento 5 Stelle di averla fatta “sparire” dal collegio Puglia – 01 alla Camera dove si era candidata dopo che, secondo quanto afferma, si era classificata prima alle Parlamentarie:

Io, candidata alla camera nel collegio Puglia-02, con 389 voti, sarei dovuta essere LA PRIMA NEL LISTINO BLOCCATO. Nei risultati usciti ieri, non compaio nell’elenco. Esclusa 2.0 nonostante 389 persone, 389 iscritti, 389 teste pensanti mi avessero scelta. Chiedo solo spiegazioni, per poter chiedere scusa a chi aveva creduto in me. In attesa di risposte da dare a 389 elettori.

In effetti nel documento riepilogativo dei risultati delle Parlamentarie che finalmente il M5S ha messo online dopo settimane di promesse, compare, sotto la dicitura “Voti ricevuti dai candidati ritirati e/o non in possesso dei requisiti richiesti il numero 389.

alessia cuppone

«Quei voti sono i miei, anche perché sono l’unica che manca dall’elenco del collegio ‘Puglia 2’. Ma non mi sono ritirata, né ritengo di non essere in possesso dei requisiti», spiega Cuppone. Ma non si capisce in che modo la candidata abbia saputo di aver preso i 389 voti, a meno che non abbia verificato di essere in elenco all’epoca dell’apertura del voto e che non abbia successivamente verificato che il suo è l’unico nome mancante nell’elenco. In ogni caso anche per Cuppone, come per altri, non ci sarà altra strada che quella del tribunale per far valere le sue presunte ragioni.