Politica

Alessandra Riccardi: un’altra grillina pronta a salvare Salvini?

Quello della senatrice Alessandra Riccardi è un altro caso: è lombarda ed qualche pentastellato la sospetta da tempo di intelligenza con il nemico leghista. Il suo disagio è strisciante e le sue critiche a Bonafede, ministro che non ama –per usare un eufemismo –hanno fatto temere il peggio già in occasione della mozione di sfiducia

alessandra riccardi m5s

Il Fatto Quotidiano racconta oggi che dopo l’ex M5S Mario Michele Giarrusso c’è anche un’altra senatrice grillina pronta a salvare Salvini nel voto in Giunta per Open Arms

In Giunta grazie all’approdo di Francesco Urraro dal M5S alla Lega, il fronte del centrodestra composto da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia (più il rappresentante delle Autonomie) vale già 11 voti su 23. Che oggi convergeranno sulla relazione del presidente dell’organismo Maurizio Gasparri, che nega il semaforo verde ai magistrati di Palermo. L’area di maggioranza di voti ne conta 12. Ma Giarrusso gioca a carte coperte pur avendo confidato a qualcuno i suoi ragionamenti: “Io se voto no, rimango coerente. M5S ha cambiato idea dopo aver salvato l’allora alleato della Lega sul caso Diciotti”.

alessandra riccardi m5s

Quello della senatrice Alessandra Riccardi è un altro caso: è lombarda ed qualche pentastellato la sospetta da tempo di intelligenza con il nemico leghista. Il suo disagio è strisciante e le sue critiche a Bonafede, ministro che non ama –per usare un eufemismo –hanno fatto temere il peggio già in occasione della mozione di sfiducia della scorsa settimana. È un fatto che pochi giorni fa si è dimessa dal direttivo del gruppo a Palazzo Madama. Come se non bastasse si segnala anche la posizione di Italia Viva. Dove si lascia intendere che nulla è scontato perché “il caso Open Arms è più controverso” rispetto ai precedenti che riguardano Salvini. Che gongola e mostra il petto: “Rifarei tutto”. Intanto ieri ha incassato il rinvio del processo per la nave Gregoretti che, causa Coronavirus, è slittato al 3 ottobre.

Leggi anche: I due senatori ex M5S che possono salvare Salvini su Open Arms