Opinioni

I 19 onorevoli presenti al dibattito su Giulio Regeni causa ponte

Appena 19 onorevoli presenti ieri alla Camera dei Deputati quando si doveva discutere l’ordine del giorno: “Istituzione commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni”. È successo ieri ma stranamente chi negli anni scorsi si lamentava delle assenze è stato zittino zittò. I deputati presenti erano otto del Pd, due di Leu, cinque dei 5S, due della Lega e due di Fi. Per il governo, il solo sottosegretario Manlio Di Stefano a cui nell’occasione deve evidentemente andare un plauso.

khaled shalabi giulio regeni (2)

Ma come mai si è verificata questa improvvisa morìa di onorevoli ieri? Antipatia nei confronti di Giulio Regeni? Passata la festa (della campagna elettorale), gabbato lu santu? No, il motivo è invece molto più prosaico e ce lo spiega indirettamente il Fatto Quotidiano, il quale ha notato che ieri invece erano presenti soltanto in 15 alla Camera per il ddl taglia-onorevoli nel frattempo già approvato a Palazzo Madama.

regeni

Qui era presente per il governo il ministro per i rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro. Ma soprattutto, spiega Antonella Mascali, le assenze sono dovute al fatto che in molti hanno fatto il ponte del Primo Maggio anche se domani c’è aula, così come giovedì e venerdì. Ma il deputato del Pd Enrico Borghi, nonostante Montecitorio sia semideserto, se la prende con “i resoconti giornalistici non veri e lesivi dell’istituzione della C am er a”quando dicono “che sarebbe stata chiusa per 24 giorni” mentre è aperta.

Leggi anche: La denuncia del CAF: ecco chi lavora in nero e prende il reddito di cittadinanza