Attualità

La scritta “Vota Garibaldi Lista n. 1” cancellata a Garbatella

vota garibaldi lista n. 1

C’era scritto “Vota Garibaldi Lista n. 1”, con la vernice rossa, su un muro di via Basilio Brollo, nello storico quartiere della Garbatella a Roma, dal 1948. Oggi gli uffici del decoro urbano del Campidoglio l’hanno coperta con una vernice scambiandola per una scritta vandalica. La scritta era stata anche fatta restaurare dall’allora presidente del Municipio Massimiliano Smeriglio, che denuncia l’incidente e ricorda che accanto c’era una targa che raccontava del restauro.

La scritta “Vota Garibaldi Lista n. 1” cancellata a Garbatella

La scritta risaliva dunque alle elezioni del 1948: in quell’occasione il Partito Comunista Italiano e il Partito Socialista Italiano si presentarono in un’unica lista, il Fronte Democratico Popolare, che aveva come simbolo proprio il volto di Giuseppe Garibaldi.

fronte democratico popolare

In una nota il Campidoglio ha fatto sapere che è stata cancellata precisando che si è trattato di “un errore di un addetto della ditta appaltatrice del servizio per il decoro urbano”. – “La storica scritta ‘Vota Garibaldi’, nel quartiere Garbatella di Roma, non andava cancellata e il Campidoglio non ha mai dato disposizioni in tal senso. Verrà restaurata”. Ma l’ex presidente Smeriglio è comunque molto arrabbiato: “A via Basilio Brollo a Garbatella c’era una scritta storica, fatta nel 1948 dal fronte popolare: ‘Vota Garibaldi lista n. 1’. Scritta che avevo fatto restaurare da Presidente di Municipio e che questa mattina è stata fatta cancellare. Un atto inaccettabile che mortifica la Memoria. Una città è fatta di storie, di tracce, di segni del passato. Chi non sa riconoscere l’identità di un luogo non può governarlo”.

Leggi anche: Di Maio non sa che Palazzo Chigi costa 600 milioni in più. Il dramma è che non sa neanche perché