Fatti

Vittorio Feltri e quelle parole da “vero gentleman” per offendere Veronica Gentili

Ancora una volta, il fondatore di Libero utilizza i social per insultare la giornalista

Feltri

A due anni e mezzo di distanza, Vittorio Feltri non ha ancora seppellito l’ascia di guerra nei confronti Veronica Gentili. Dopo avergli dedicato “smodate” attenzioni utilizzando il suo quotidiano, Libero, l’ex giornalista continua a tartassare la conduttrice Mediaset (oggi alla guida di ControCorrente, su Rete4) con giudizi offensivi e parole da “vero gentleman” sui social.

Feltri insulta, ancora una volta, Veronica Gentili sui social

“Veronica Gentili è simpatica come una zanzara tigre sullo scroto”, ha scritto su Twitter, con grande eleganza, Vittorio Feltri mentre su Rate4 stava andando in onda la trasmissione condotta dalla giornalista. E non è la prima volta che il fondatore di Libero si lancia in giudizi volgare e offensivi nei confronti della giornalista. La prima puntata, infatti, risale al settembre del 2018 quando sulla prima pagina del suo quotidiano (e al suo interno) vennero pubblicati alcuni scatti di Veronica Gentili. Ma perché lo fece? La colpa fu di un fuori onda durante una puntata di Stasera Italia (sempre su Rete4)

A stretto giro di posta, Veronica Gentili si cosparse il capo di cenere: “Mi dispiace direttore, ti chiedo scusa se ti ho offeso e se ti ho mancato di rispetto. Dirti che non ne avessi la minima intenzione suona pleonastico, ma per quanto banale è l’assoluta verità. Ho per te non solo assoluto rispetto ma anche profonda stima, e non mi sarei mai sognata in nessun contesto che esulasse da una stupida battuta ridanciana in privato con un amico, di fare esternazioni del genere”. E lui fece spallucce.

Ma questo, evidentemente, non è bastato. E oggi, a quasi tre anni di distanza, il fondatore di Libero continua a commentare le apparizioni televisive di Veronica Gentile. Sempre a suo modo, sempre senza eleganza. Quella ferita, evidentemente, non è stata ancora digerita nonostante sia passato del tempo. Tanto tempo.