Opinioni

E Vittorio Di Battista arriva sul Corriere della Sera

Vittorio Di Battista, padre del ben più famoso Alessandro, trova oggi uno spazio sul Corriere della Sera, dove Giovanna Cavalli tratteggia un suo mini-ritratto davvero gustoso:

Dibba senior, che non ha il figlio tra i 1004 amici (però lo segue) e tra le cose che gli piacciono elenca «Io tifo Lazio», Tony Santagata e la pizzeria «La perla nera», è iper-presenzialista sui social. Ex consigliere dell’Msi (perciò detto Littorio), che qualche anno fa dichiarava «non sono di destra, sono fascista, è un’altra cosa», gestisce pure un blog personale, intitolato «Catzebao-Frammenti di un libretto nero», in cui si descrive così: «Sono un piccolo imprenditore del Viterbese, non sono iscritto a partiti ma considero un dovere partecipare alle scelte per la soluzione dei problemi della società». Nell’editoriale, riesamina con sarcasmo le notizie su Marchionne, Ubi banca, Verdini, il ministro Padoan, Carlo De Benedetti, Luca Cordero di Montezemolo, i «fratelli spioni» e il Festival di Sanremo «gestito in comunione di intenti con Mediaset».

vittorio di battista
Sanremo comunista, tu sei il primo della lista!

Leggi sull’argomento: L’intervista al padre fascista di Di Battista