La macchina del funky

Virginia Raggi valuta se denunciare Salvatore Romeo

salvatore romeo virginia raggi

Nell’intervista rilasciata oggi ad Emanuele Buzzi sul Corriere della Sera Virginia Raggi dice di stare valutando con i suoi legali se denunciare o no Salvatore Romeo dopo la storia delle polizze vita in cui lei era indicata come beneficiaria:

Teme che Marra e Romeo da «amici al bar» ora possano rivoltarsi contro di lei? Circola la voce di una sua possibile denuncia nei confronti di Romeo…
«Non ho nulla da temere e sono molto serena, la mia coscienza è pulita. E il mio unico interesse è svolgere nel migliore dei modi il mio mandato. E per quanto riguarda Romeo, valuterò il da farsi con i miei legali. L’importante è che cancelli il mio nome come beneficiaria da queste polizze assicurative».
Il Movimento è spaccato su di lei. Crede ci siano possibilità di ricucire con i suoi detrattori? I contenuti delle sue chat hanno esacerbato il clima.
«Non mi risulta affatto che il M5S sia spaccato, mai come in queste ore ho sentito tanta vicinanza e affetto da parte della base e degli attivisti di tutta Italia. Poi ci sono singoli portavoce che hanno espresso posizioni critiche, ma questo è fisiologico».

virginia raggi salvatore romeo
Virginia, già che c’è, fa capire che non ha intenzione di fare la pace (politica) con Roberta Lombardi:

Sarebbe pronta a un incontro chiarificatore con Lombardi o Ruocco?
«Abbiamo responsabilità diverse: la mia priorità è occuparmi della città e dei romani, loro lavorano in Parlamento nell’interesse del Paese».
Marra e Romeo ieri. Oggi Bonafede e Fraccaro. Perché l’arrivo di due deputati Cinque Stelle in Campidoglio?
«C’è stata una partenza sbagliata. Le cause sono tante. Non tutto è andato come volevamo. Ma oggi possiamo dire di aver posto riparo a errori fatti in principio e di aver inaugurato una nuova fase, con una squadra meravigliosa di assessori e consiglieri che sta facendo un lavoro straordinario. Con Bonafede e Fraccaro abbiamo avuto, come gli altri Comuni M5S, un supporto anche legale e amministrativo dovuto alle esperienze di altre amministrazioni che ci aiuta su alcune tematiche».

Leggi sull’argomento: Cosa c’è di strano nell’attacco di Grillo ai giornalisti