Opinioni

Quando Virginia Raggi su Raffaele Marra diceva: «O lui o me ne vado»

Chissà se oggi il blog di Grillo smentirà l’arresto di Raffaele Marra dicendo che non si è trattato di un arresto ma di un accompagnamento coatto in grandissima amicizia. Nel frattempo sarà interessante sapere cosa pensa di tutto ciò la sindaca Virginia Raggi, che qualche tempo fa diceva che avrebbe mollato se non avesse avuto Marra nello staff:

«Se proprio dovete sindacare tutte le mie scelte, sapete che c’è? Che io mollo e vado a casa, e con me anche voi». Questo in sintesi il ragionamento che Virginia Raggi ha consegnato ai suoi consiglieri di maggioranza. Dieci su ventinove, infatti, non riescono proprio a digerire il super dirigente Raffaele Marra, il suo rapporto di fiducia privilegiato con la sindaca e il potere che ne deriva. E ieri sera i mal di pancia trattenuti a lungo sono scappati fuori nella seconda riunione tra Raggi e la maggioranza.

virginia raggi raffaele marra
Da registrare che nell’articolo del Messaggero all’epoca si citava anche la lungimirante testimonianza di un’anonima consigliera:

Ecco perché la guerra dei sospetti contro Marra si è ritrovata le armi spuntate quando Grillo ha chiamato i consiglieri di maggioranza per sondarli su quanto conta davvero il caso Marra per il proseguimento dell’amministrazione. Molti, infatti, hanno risposto che va tutto bene, che c’è tanto da lavorare e che le nomine della sindaca non sono un tema in cima alle loro preoccupazioni. Tutto rumore per nulla insomma: «Le inchieste giornalistiche? commenta una consigliera – Secondo me certi articoli lasciano il tempo che trovano».

Già, il tempo. Meglio parlare di quello per qualche mese. L’intervento di Raggi di oggi:

Virginia Raggi: la conferenza stampa per l… di next-quotidiano

Leggi sull’argomento: Raffaele Marra arrestato per corruzione

Alessandro D'Amato

Il direttore di neXt Quotidiano