Economia

Il vero vincitore dell'IPO di Alibaba

ALIBABA YAHOO

C’è un unico vero vincitore dell’ipo record di Alibaba: Yahoo. E ci sono 5,1 miliardi di ragioni, minimo, per dirlo. Dopo anni di affari sbagliati, la società fondata nel 1994 da David Filo e Jerry Yang, all’epoca studenti alla Stanford University e oggi guidata da Marissa Mayer può andare a testa alta fra gli azionisti: Yahoo acquistò il 40% delle azioni di Alibaba nel 2005 e oggi si è presentata all’incasso alla grande festa della quotazione dell’eBay cinese.
 
IL VERO VINCITORE DELL’IPO DI ALIBABA: YAHOO

Yahoo ha venduto 127 milioni di azioni, ma manterrà una quota di circa il 16 per cento in Alibaba Group Ltd: nel frattempo, dopo aver pagato la tassa sulle plusvalenze nelle casse entreranno appunto 5,1 miliardi di dollari: una cifra monstre che metterà alla prova l’azienda che ha cambiato sette amministratori delegati negli ultimi anni. Dovrà infatti trovare il modo giusto per investire la clamorosa liquidità che ha in pancia. E questo non è detto che sia un bene, visti gli ultimi clamorosi errori che è riuscita a perpetrare negli ultimi anni. Nato nel 1999, da un’idea di Jack Ma, Alibaba Group è la casa madre di Alibaba.com, una piazza mercato online per le piccole imprese; di Taobao, l’Ebay cinese; di Alipay, il servizio di pagamento online simile a Paypal e di TMall, piattaforma dedicata a marchi e rivenditori. Sono circa 632 milioni gli utenti cinesi di Alibaba. Di questi, circa 300 milioni sono attivi sulle piattaforme del gruppo con transazioni arrivate l’anno scorso a 240 miliardi di dollari.
 
COS’È ALIBABA
Secondo gli ultimi dati forniti, le entrate totali sono aumentate nel periodo ottobre-dicembre 2013 del 62% rispetto allo stesso periodo del 2012, toccando i 18,75 miliardi di yuan. Ad aprile dello scorso anno Alibaba ha comprato il 18% dei pacchetti azionari del sito di microblogging cinese Sina Weibo, il Twitter cinese, per un valore di 586 milioni di dollari. Un anno dopo il presidente Ma ha fondato Alibaba Pictures Group, che ha già investito più di 3 miliardi di dollari nel settore cinematografico. Quanto alle partecipazioni azionarie, i cui dettagli sono emersi solo di recente sulla stampa, Jack Ma è oggi in realtà solo il terzo azionista del gruppo con una quota pari all’8,9%. La società di telecomunicazioni giapponese SoftBank Corp.e Yahoo Inc. possiedono, invece, ad oggi rispettivamente il 34,4% e il 22,6% delle azioni. La compagnia nipponica investì nel gruppo circa 14 anni fa.